20 e 21 settembre urne aperte per referendum e in alcuni paesi per le comunali3 min di lettura

263

Le operazioni di voto per il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari e per le elezioni regionali e comunali si svolgeranno nella giornata di  domenica 20 Settembre, dalle ore 7.00  alle ore 23.00, e nella giornata di lunedì 21 settembre,  dalle ore 7.00 alle ore 15.00.

Subito dopo la chiusura delle operazioni di votazione si procederà lunedì 21 Settembre dalle ore 15.00 allo scrutinio relativo al referendum costituzionale e successivamente, senza interruzione, a quello relativo alle elezioni regionali.
Lo scrutinio relativo alle elezioni amministrative avrà luogo a partire dalle ore 9.00 di  martedì 22 Settembre.
L’eventuale turno di ballottaggio è previsto per i giorni di domenica 4 ottobre e di lunedì 5 ottobre 2020.
Al fine di prevenire il rischio di contagio da COVID-19 le consultazioni elettorali e referendarie si svolgeranno nel rispetto delle modalità operative e precauzionali di cui ai protocolli sanitari e di sicurezza adottati dal Governo.
Per maggiori informazioni consultare lo speciale Eligendo sul sito del Ministero dell’Interno

Il Lazio

Il 20 e 21 settembre si vota anche nel Lazio. Non solo per il referendum costituzionale ma anche in alcuni Comuni, di tutte e cinque le province, per il rinnovo del Consiglio municipale e del sindaco. Sono 34 i Comuni che vedranno rinnovati gli organi istituzionali.

Tra quelli piu’ popolosi si segnalano Fondi e Terracina, in provincia di Latina, Colleferro, Albano Laziale, Anguillara e Zagarolo nella Citta’ metropolitana di Roma, e Ceccano in provincia di Frosinone. Ma alle urne andranno anche i cittadini di alcuni affascinanti borghi laziali, come Bomarzo, Ariccia, Cervaro, Castelnuovo di Farfa e Fontana Liri.

In particolare, tra le sfide piu’ importanti, c’e’ quella di Fondi, comune pontino di 37.180 abitanti, dove i candidati sono 6. A Terracina, il piu’ grande tra i comuni laziali al voto con i suoi 44.233 residenti, dove il 3 luglio scorso ha fatto tappa anche il leader della Lega, Matteo Salvini, i candidati sono 7: Valentino Giuliani, sostenuto appunto da Lega e Forza Italia, Armando Cittarelli del Pd, Piero Vanni del M5s, Andrea Bennato dei Gilet arancioni, Roberta Tintari, sostenuta da ‘Cambiamo con Toti’ e Fdi, ed ancora Gianfranco Sciscione e Gabriele Subiaco. In entrambi i Comuni pontini da sottolineare come al primo turno Lega e Forza Ialia si siano presentate insieme ma senza Fdi, che ha schierato in entrambi i casi un suo candidato.

A Colleferro i candidati sono cinque: per il centrosinistra corre il sindaco uscente Pierluigi Sanna, sostenuto da cinque liste, inclusa quella del Pd. Anche in questo grande Comune della Citta’ metropolitana di Roma il centrodestra si presenta diviso: Rocco Sofi, e’ sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia, mentre Mario Cacciotti, ex primo cittadino, viene sostenuto da Forza Italia. Infine ci sono Daniele Capuano del Movimento 5 Stelle, e Valerio Giuffre’ sostenuto da una lista civica.

Segue la lista completa dei Comuni interessati (tra parentesi il numero degli abitanti):

Provincia di Frosinone (9 Comuni): Belmonte Castello (778), Ceccano (23.098), Cervaro (7.744), Fontana Liri (2.993), Guarcino (1.658), Patrica (3.084), Pontecorvo (13.223), Ripi (5.213) e Trevi nel Lazio (1.853).

In provincia di Latina (2 Comuni): Fondi (37.180) e Terracina (44.233).

In provincia di Rieti sono 6 i Comuni al voto: Castelnuovo di Farfa (1.047), Cottanello (582), Fara in Sabina (13.904), Marcetelli (97), Montebuono (917) e Montenero Sabino (295).

Ed ancora: nella Citta’ metropolitana di Roma Capitale sono 15 i Comuni interessati: Albano Laziale (38.433), Anguillara Sabazia (18.575), Arcinazzo Romano (1.394), Ariccia (18.311), Colleferro (21.574), Genzano di Roma (23.780), Marano Equo (786), Montelanico (2.152), Palombara Sabina (12.167), Percile (277), Ponzano Romano (1.158), Rocca di Papa (15.576), Roiate (749), San Gregorio da Sassola (1.553), Zagarolo (16.922).

Infine in provincia di Viterbo sono solo 2 i Comuni che vanno alle urne: Blera (3.356) e Bomarzo (1.814).