24 luglio: sciopero nazionale dei trasporti1 min di lettura

509

ROMA – Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti hanno proclamato uno sciopero generale dei trasporti per mercoledì 24 luglio. A fermarsi sarà il trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo; porti; autostrade; taxi e noleggio. Venerdì 26 luglio, invece, toccherà al trasporto aereo.

Lo sciopero è stato proclamato con la seguente motivazione: “criticità nel settore del trasporto pubblico locale in ordine alle infrastrutture, alle regole, al confronto politico, al diritto di sciopero”.

 

Le modalità a Roma

Nella giornata del 24 luglio, le segreterie territoriali delle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e, separatamente, le segreterie territoriali Ugl Autoferrotramvieri, Faisa Cisal e SLM Fast Confsal hanno proclamato, in adesione allo sciopero nazionale del trasporti, uno sciopero di 4 ore, dalle ore 12.30 alle ore 16.30.

Durante lo sciopero:
-non sarà garantito il servizio sull’intera rete Atac

-non sarà garantito il servizio delle biglietterie

-nelle stazioni delle linee metroferroviarie che resteranno, eventualmente, aperte non sara garantito il funzionamento di ascensori, montascale e scale mobili

-non sarà garantito il servizio dei bus sostitutivi della ferrovia Roma-Viterbo

Lo sciopero riguarda anche la rete bus gestita da RomaTpl e da Cotral (stesse modalità della rete Atac, quattro ore, dalle ore 12.30 alle ore 16.30) e la rete delle ferrovie regionali gestite da Trenitalia(otto ore, dalle ore 9.00 alle ore 17.00).