Estorsione aggravata: minaccia la titolare con una pistola finta, 50enne in manette

1830
Estorsione aggravata, minaccia il datore di lavoro con una pistola finta
Estorsione aggravata, minaccia il datore di lavoro con una pistola finta

Un arreso per estorsione aggravata. Si è presentato dall’amministratrice della cooperativa e dietro minaccia armata voleva farsi consegnare 700 euro. L’uomo, 50enne con precedenti penali alle spalle, è stato arrestato e portato a Rebibbia.

L’ESTORSIONE

L’estorsione aggravata: è successo in una società cooperativa nell’area industriale di Setteville. Il 50enne, autista, pretendeva 700 euro come anticipo allo stipendio. Per ottenere quanto richiesto non ha esitato a minacciare l’amministratrice della società mostrandole una pistola.

L’ARRESTO PER ESTORSIONE AGGRAVATA

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Settecamini che hanno trovato l’arma che è stata poi sequestrata. Si trattava di una replica senza tappo rosso. Per l’uomo, portato a Rebibbia, sono scattate le manette e deve ora rispondere della pesante accusa.