Al via la rassegna “Arte in Cammino”

219

Il 15 giugno si apre la rassegna Arte in Cammino, all’interno di PORTRAITS ON STAGE, festival a vocazione multidisciplinare giunto alla sua settima edizione, ideato e realizzato dall’Associazione Settimo Cielo, con la direzione artistica di Gloria Sapio e sostenuto dal Ministero della Cultura.

La rassegna Arte in Cammino propone ogni venerdì, sabato e domenica un calendario di spettacoli di teatro, musica e danza che indagano  il rapporto che intercorre tra Arte dal Vivo e Arte Figurativa, disseminati in otto Comuni della Valle dell’Aniene e del Giovenzano.

Il programma dal 15 al 30 giugno, ricco e variegato, offre due debutti nazionali:
il 15 giugno con Manifesto Chubaran di Alessandro Sesti, spettacolo vincitore del Bando Portraits on Stage 2023 (Gerano, Piazza S.Maria) e il 21 giugno con TRANSLOCAL 01 – Landscape, un quartetto di artisti provenienti da Francia, Russia ed Israele e con la partecipazione del giovanissimo studente di danza moderna Marco Di Nardo (Arsoli, Villa Morani).
Da sempre la natura del Festival è quella di coniugare, sotto il segno dell’Arte, contemporaneità e tradizione, affiancando ad artisti consolidati proposte di giovani emergenti, come ad esempio lo spettacolo “ Mi manca Van Gogh” , monologo teatrale della giovane attrice Francesca Astrei (Gerano, Piazza Santa Maria, 29 giugno). Si segnalano inoltre:  dal Festival Ligure Lunaria,  lo spettacolo omonimo interpretato da Pietro Montandon, con maschere ed elementi di artigianato artistico (Anticoli Corrado, Piazza Santa Vittoria, 16 giugno);  i due appuntamenti di danza contemporanea: il 22 giugno la Compagnia Atacama per Pablo il peggior nemico della creatività è il buon senso, coreografie di Valeria Loprieno (Roviano, pista di pattinaggio località Boschetto, Parco Giochi Gianni Rodari) e il 30 giugno in scena TWAIN ­ Centro di Produzione Danza Regionale  con il plastico Performance per corpi soli  (Vicovaro, Spazio MUVIS).

 

15 GIUGNO 21:30 | PIAZZA S. MARIA | GERANO
DEBUTTO NAZIONALE
MANIFESTO CHUBARAN _
drammaturgia e regia di Alessandro Sesti

Quando il mio nonno materno, Primo Cesaretti, è morto, mio fratello ed io siamo andati a svuotare la casa dove viveva da solo e ho trovato un piccolo quaderno che nonno Primo usava come fosse un diario. Quel quaderno ha cambiato tutto: il mio senso di intendere l’arte, la vita, il rapporto causa effetto, ma anche la concezione di destino stesso. In quelle pagine c’era la storia di un movimento artistico cui devo la mia vita. In quelle pagine c’era la storia del Movimento Chubàran.

16 GIUGNO 21:00 | PIAZZA S. VITTORIA | ANTICOLI CORRADO
LUNARIA_ drammaturgia di Vincenzo Consolo / regia di Daniela Ardini

La storia del Viceré e della Luna che cade su una remota contrada senza nome, continua a ispirarci fin dal lontano 1986, quando realizzammo la prima nazionale del testo da poco vincitore del prestigioso premio Pirandello. Lunaria, capolavoro della letteratura del Novecento, è sempre una favola, la favola della luna, che vuole far sognare il pubblico affascinato da sempre dall’astro poetico. La scenografia dello spettacolo è basata sul contrasto tra le forme visive della tradizione siciliana (teatro dei pupi, iconografia dei carretti siciliani) e la raffinatezza essenziale della costruzione visiva dell’Accademia dei Platoni Redivivi, citazione dalle opere di De Chirico.

21 GIUGNO  19:00 | VILLA MORANI | ARSOLI
DEBUTTO NAZIONALE
TRANSLOCAL 01 – Landscape _ di e con Maxine Freixas, Francesco Colaleo, Simina German, Lex Shcherbakov e con la partecipazione di Marco Di Nardo

Il progetto, che viene presentato a Portraits on Stage in anteprima assoluta, è il primo capitolo in forma di studio di un dispositivo scenico nato dall’esperienza di Crossing Border, progetto vincitore del Bando Boarding pass plus 2022, per la cooperazione artistica internazionale. Translocal, attraverso un’azione scenica condivisa con il pubblico e la partecipazione di un “ambasciatore del luogo” – per Portraits on Stage, il giovane Marco Di Nardo  – disegna un paesaggio fisico che, partendo dallo specifico (local) unisce, non solo idealmente, le diverse realtà che lo hanno nutrito.

22 GIUGNO 21:30 | Pista di Pattinaggio – Boschetto Parco Giochi Gianni Rodari |ROVIANO
Pablo, il peggior nemico della creatività è il buonsenso _ coreografia di  Valeria Loprieno/ Atacama Onlus

Il più grande artista del secolo scorso, pittore geniale e prolifico, sovversivo, egoista, rivoluzionario. Un viaggio attraverso i periodi della sua vita artistica, raccontato dalle sue parole, dalle suggestioni delle sue opere d’arte, dai ricordi delle donne che lo hanno amato,  a cui ha regalato la vita eterna grazie alle sue opere di cui sono le incontrastate protagoniste. Un viaggio nella storia dell’uomo e dell’umanità, tra momenti personali e tragedie collettive, che attraversa quasi 50 anni di storia

29 GIUGNO  21:30 | Piazza Sebastiano Conca | GERANO
MI MANCA VAN GOGH_ di e con Francesca Astrei

All’interno di una visita guidata in un museo, il commento ad un quadro di Van Gogh da parte di una giovane guida turistica, si trasforma in un flusso di coscienza che tesse un legame tra la vita dell’artista olandese e l’esperienza di un’amica di infanzia della narratrice: storie apparentemente distanti, ma accomunate dalla violenza di una società in grado di rendere le scelte dell’individuo eterodirette.

 

30 GIUGNO 21: 00 | MUVIS Museo di vie e storie | VICOVARO
PERFORMANCE DI CORPI SOLI _ Centro Produzione Danza TWAIN / Regia e coreografia Loredana Parrella

La performance è incentrata su un “corpo solo” che tramite il movimento e il suono racconta la storia di un uomo che si scopre al pubblico. L’ispirazione per il personaggio parte dalla solitudine di Sigismondo (La vita è sognoCalderon de la Barca) attraversa la follia di Amleto (Amleto – Shakespeare) e approda nelle visioni di Prospero (La Tempesta – Shakespeare).
È uno spettacolo immersivo per il pubblico, che, disposto a semicerchio, circonda il “corpo solo” divenendo parte integrante in un meccanismo di azione-reazione costante grazie a sensori wireless, microfoni a contatto, trigger, sensori ottici ed elettromagnetici posizionati sia nello spazio d’azione sia nel corpo dell’interprete.

 

 

Il progetto PORTRAITS ON STAGE 2024 – ARTE IN CAMMINO è sostenuto dal Ministero della Cultura con il FUS – Fondo Unico per lo Spettacolo e dalla Regione Lazio tramite l’Avviso Pubblico per la valorizzazione dei luoghi della cultura attraverso lo spettacolo dal vivo. Il Festival fa parte della rete Ar.TE. associata a ITALIA FESTIVAL

Per prenotazioni chiamare/msg whatsapp : 392 0433339 o mail a [email protected]

Ulteriori informazioni sul sito: www.settimocielo.net