Anniversario della Liberazione: le iniziative sul territorio2 min di lettura

1671

Con la festa della Liberazione si celebra la fine del regime fascista, dell’occupazione nazista in Italia e della Seconda guerra mondiale, simbolicamente indicata al 25 aprile 1945.

Tivoli in piazza

Per il 73° anniversario della Liberazione, mercoledì 25 aprile l’Amministrazione comunale e l’Associazione nazionale Partigiani d’Italia ricorderanno le vittime e i perseguitati negli anni della dittatura fascista, nei luoghi della città dedicati alla loro memoria. Di seguito il programma della manifestazione. ore 10:30  piazza del Governo – Palazzo municipale partenza del corteo per la deposizione di corone di alloro nei monumenti e nei luoghi dedicati alla memoria dei caduti e dei perseguitati: piazza Rivarola, in ricordo delle vittime della persecuzione politica negli anni della dittatura fascista; Rocca Pia, Sacrario dei Partigiani; ore 11:00 piazza Garibaldi – Arco dei Padri Costituenti Saluti del Sindaco Giuseppe Proietti e del Presidente della Sezione ANPI di Tivoli Virginia Maggi;Concerto della Fanfara dei Bersaglieri in congedo di Palombara Sabina “Emilio Collevecchio”.

Guidonia “Cambiamo Aria”

Mercoledì 25 aprile al teatro Imperiale di Guidonia alle ore 20 “Cambiamo Aria– Arte per i nostri polmoni”. Un evento gratuito di sensibilizzazione ambientale, musica e teatro completamente gratuito. In collaborazione con il CRA (Comitato di Risanamento ambientale) e con il patrocinio del comune di Guidonia. Un modo diverso per unire, confrontare sulle troppe criticità ambientali dei territori di Guidonia, Fonte Nuova, Sant’Angelo Romano e Tivoli.

Si esibiranno Adriano Bono che presenterà per l’occasione un repertorio di canzoni legate al grandissimo poeta romanesco Gioachino Belli.

Luca di Bianca, scrittore/viaggiatore & Frank Polucci, cantautore insieme per un reading musicale dinamico. Eccentrica, compagnia di storytelling, racconto teatro e sociale  si uniscono e vanno in scena. Montelupo canterà il canzoniere anarchico. I canti della tradizione libertaria italiana da Pietro Gori a Giuseppe Pinelli, attraverso passaggi obbligati nella tradizione laziale e romana.

Pranzo a Marco Simone

Il 25 aprile a Marco Simone pranzo popolare di quartiere: piatti prelibati a prezzi fuori mercato, musica dal vivo e giochi da tavola, una chiacchierata con due ragazzi di ritorno dal Rojava. Organizzazione Collettivo FuoriCentro e Collettivo La Contea.

 

 

 

 

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.