Arci, ruspe al lavoro per liberare via Fosso Arcese. Lunedì il progetto per l’acquedotto arriva in Provincia4 min di lettura

1751

#NLCronaca #NLTivoli – Al via i lavori per mettere in sicurezza l’acquedotto dell’Arci che rischia di crollare. Conto alla rovescia, quindi, per la riapertura di via Empolitana che, nei primi due giorni di “blocco”, ha già causato code e disagi. La situazione, però, non si sistemerà nel giro di pochi giorni nonostante dal Municipio abbiamo già affidato i lavori, che pur spetterebbero alla Provincia di Roma, e che la ditta si è resa disponibile a lavorare anche nei giorni di festa.

Ieri sul posto sono arrivati il sindaco Giuseppe Proietti, per la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio Benedetta Adembri e il dirigente della Provincia di Roma Antonio Cellucci. Il progetto per la sistemazione dell’acquedotto sarà presentato lunedì mattina, due le possibilità: o una struttura di sostegno o un’imbracatura che permetta di evitare ulteriori danni. Intanto il comune e’ al lavoro per liberare la strada di Fosso Arcese e dare ai residenti un’alternativa in più per potersi spostare. 

Il danno all’arco dell’acquedotto Anio Novus è grave, sembra quasi che sia stato urtato, e complici le festività è difficile per la ditta trovare le attrezzature necessarie. Per cercare di lenire i disagi da Palazzo San Bernardino hanno fatto istituire alla Cat una navetta che collegherà, ogni 50 minuti, l’Arci con il centro di Tivoli. Intanto, però, tutti gli automobilisti che per evitare il blocco transitano per Castel Madama hanno mandato in tilt il traffico nel centro castellano e lungo la via Tiburtina, in ingresso a Tivoli.
“Il Comune di Tivoli – hanno spiegato dal Palazzo con una nota – ha affidato con somma urgenza l’intervento di messa in sicurezza del rudere dell’acquedotto romano nei pressi del km 2,1 della via Empolitana, interessato da un grave cedimento strutturale. I lavori sono stati concordati con la Soprintendenza e con la Provincia di Roma, ente a cui spetta la competenza della manutenzione della via Empolitana e dei ruderi. Da ieri pomeriggio la strada, su indicazione del settore tecnico di Palazzo San Bernardino e dei vigili del fuoco, è stata interdetta al traffico e al passaggio pedonale”.

“Ci siamo attivati immediatamente per avviare i lavori con l’obiettivo di riaprire la strada prima possibile – ha spiegato il Sindaco Giuseppe Proietti -. La ditta incaricata si è resa disponibile a lavorare anche nei giorni festivi, compreso Natale e Santo Stefano. Una difficoltà potrebbe essere quella di reperire il materiale necessario al consolidamento, barre di acciaio disponibili solo da aziende specializzate. Abbiamo chiesto alla ditta di fare tutto il possibile per reperire immediatamente il materiale. Nel frattempo, già questa mattina, su mia richiesta la Cat ha attivato un servizio di navetta per collegare, via Castel Madama, il quartiere Arci al centro di Tivoli”.

Per quel che riguarda il servizio navetta, la Cat ha modificato la linea 5, che segue già da oggi il seguente
percorso: Largo Saragat (cimitero), via Acquaregna, piazzale Matteotti, piazzale Nazioni Unite, viale Tomei, via Roma, via Tiburtina Valeria, Santa Balbina, Castel Madama, via Empolitana con capolinea in prossimità del Ponte degli Arci. Le corse sono previste ogni 50 minuti circa.

Lo stesso sindaco ha effettuato un sopralluogo insieme con i tecnici in strada Fosso Arcese, per verificare la possibilità di rendere percorribile la strada e utilizzarla, almeno da parte dei residenti del quartiere, come percorso alternativo di collegamento con il centro città.
A seguito del sopralluogo, il Sindaco ha convocato una riunione straordinaria della Giunta comunale, per deliberare uno specifico intervento di somma urgenza al fine di rendere praticabile la strada Fosso Arcese, solo per il traffico leggero.

Proprio questa proposta era stata avanzata dal Pd venerdi’ mattina. “Il quartiere Arci non può continuare a rimanere isolato, in particolare in questo periodo di festività natalizie. Serve un provvedimento immediato del sindaco di Tivoli che consenta ai cittadini della frazione tiburtina e dei comuni dell’Empolitana di poter raggiungere agevolmente Tivoli e il resto della rete viaria principale” hanno commentato in una nota il capogruppo Manuela Chioccia, presente anche al sopralluogo di ieri, e il segretario Alessandro Fontana.
“In attesa dei lavori di messa in sicurezza di via Empolitana da parte della Provincia di Roma, si potrebbe subito utilizzare una strada alternativa, via di Fosso Arcese. E’ vero che è ridotta in pessime condizioni (non è transitabile) ma in questa situazione di emergenza, l’Amministrazione comunale deve dare una risposta rapida. Il sindaco Proietti senza troppi indugi deve subito rendere transitabile la strada, ed evitare ai residenti degli Arci di rimanere isolati dal resto della città. Magari attingendo dal fondo di riserva del bilancio comunale che serve proprio a fronteggiare le emergenze imprevedibili. Tra l’altro a breve inizieranno i lavori di messa in sicurezza di via degli Arci, finanziati dalla Regione Lazio, e potrebbe rendersi di nuovo necessaria la chiusura della strada. Anche in questo caso, via Fosso Arcese potrebbe rappresentare una valida alternativa”.

Testo da visualizzare in slide show