Asa, la posizione di Alleanza per Tivoli

1428

#NLTivoli #NLPolitica – Sulla vicenda Asa è intervenuto il movimento politico Alleanza per Tivoli che, durante l’amministrazione Gallotti, ha guidato la municipalizzata dopo aver nominato il presidente del Cda, Carlo Valentini, ed un consigliere, Francesco Di Romano. La stessa Alleanza per Tivoli, che neanche un mese fa, aveva fatto dimettere Di Romano, strada non seguita da Valentini.

“Il Commissario Prefettizio del Comune di Tivoli – scrive il Movimento in una nota – finora ha trovato solo pretesti pur di non dare propri indirizzi sulle partecipate. Ha sostenuto però il fallimentare “Sistema Tivoli”, con interventi di “sanatoria” a carico delle tasche dei tiburtini.

Ora il piano di ristrutturazione del debito dell’Asa Tivoli Spa è, anche formalmente, approvato. L’azionista unico deve intervenire per rilanciare la società e garantire il piano stesso. Che altro si inventerà per non farlo? L’ultima volta, la scusa è stata una, non meglio specificata, richiesta di chiarimenti al cda e ai revisori dei conti. Non vorremmo che l’azionista unico, alla fine, scarichi le proprie responsabilità sugli amministratori delle partecipate, in particolare dell’Asa Tivoli Spa e della controllata Asa Servizi Srl. Alleanza per Tivoli chiede le dimissioni degli amministratori delle due partecipate sull’esempio di quelle presentate dal dott.    Di Romano, affinché l’azionista unico finalmente possa manifestare la sua autonomia nell’azione amministrativa, al di fuori del “Sistema Tivoli”.”

Testo da visualizzare in slide show


There is no ads to display, Please add some