Asl: si estende la rete della dialisi “a domicilio”1 min di lettura

1365

#NLSanità – Dopo Colleferro e Tivoli, anche a Palestrina sbarca la dialisi peritoneale domiciliare. Le nuove attrezzature fornite dall’Asl Roma G permetteranno ai pazienti di poter essere trattati direttamente da casa, assicurando a loro e alle proprie famiglie una migliore qualità della vita.

“La dialisi peritoneale offre tre grandi vantaggi – ha spiegato in una nota il Direttore Generale dell’Asl Giuseppe Caroli -. Dal punto di vista personale, il paziente non dovrà più recarsi presso un laboratorio per sottoporsi alla terapia ma potrà farla a casa, senza interrompere le sue normali attività. Dal punto di vista medico, poi, diversi studi medici a livello internazionale hanno dimostrato che i pazienti che effettuano la dialisi peritoneale, rispetto a quelli sottoposti all’emodialisi, in occasione dei trapianti di rene hanno percentuali di successo maggiori. In ultimo questo tipo di trattamenti hanno dei costi minori rispetto a quelli tradizionali”.

Giá da quest’anno saranno 19 i pazienti trattati con la dialisi peritoneale, 13 a Colleferro e 3 a Tivoli e a Palestrina, per un totale di 3.525 trattamenti in un anno. “Questi pazienti – ha aggiunto Caroli -risparmieranno piú di 3 mila viaggi, a tutto vantaggio anche delle famiglie dei pazienti. Il nostro obiettivo, ora, é di allargare questo servizio il più possibile anche negli altri distretti.

Testo da visualizzare in slide show