Caro Pedaggi A24 e A25: manifestazione il 31 dicembre a L’Aquila Ovest1 minuto di lettura

616
Caro pedaggi: il manifesto funebre
Caro pedaggi: il manifesto funebre

Ancora mobilitazione dei sindaci laziali ed abruzzesi che da un anno si battono, inascoltati dal ministro per le infrastrutture Toninelli e da ogni istituzione, Regioni comprese.

Inascoltati e discriminati, visto che a loro è stato vietato di manifestare, qualche giorno prima di Natale davanti al Senato mentre a categorie professionali è stato concesso.
“Ormai da un anno portiamo avanti un lotta per scongiurare l’incremento del pedaggio delle due autostrade. Un aumento che mina ogni possibilità di rilancio di territori che subiscono un pericoloso spopolamento.
Il 1 gennaio, come già annunciato da Strada dei Parchi, ci sarà un aumento di circa il 19%. Una situazione imbarazzante a cui le istituzioni superiori non stanno dando risposte.
I Sindaci non si fermano e danno appuntamento il 31 dicembre, alle 9, al casello dell’Aquila.Non si possono lasciare senza risposta più di 100 comuni fra Lazio ed Abruzzo.”

Così affermano i Sindaci che rappresentano circa trecentomila cittadini di Abruzzo e Lazio e manifesteranno il 31 Dicembre prossimo dalle ore 9 presso il casello de L’Aquila Ovest ed invitano cittadini ed amministratori delle due regioni ad una grande partecipazione.

Nel frattempo, da ieri e fino al 31, è iniziato un conto alla rovescia scandito da manifesti funebri quotidiani pubblicato sul web.

 

 

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.