Castel Madama: caos mense, fermo il bando per il servizio. Ai pasti ci pensa il comune1 min di lettura

1527

 

Piatti e forchette tornano sui tavoli della mensa scolastica degli alunni delle scuole di Castel Madama. A riportarli, dopo lo stop derivato dalla mancata, per ora, aggiudicazione del servizio di refezione scolastica da parte del municipio cittadino, è lo stesso comune che in attesa di procedere con l’affidamento ha deciso di offrire gratuitamente un primo piatto caldo. “Gli allievi che avevano diritto al servizio di refezione, in attesa della aggiudicazione definitiva ed efficace del servizio, potranno tornare in refettorio. Il pasto caldo  – annuncia con una nota l’ufficio scuola del Comune – sarà preparato dagli operatori già dipendenti della società uscente, con approvvigionamento diretto delle derrate”. Il nodo della vicenda è legato all’accertamento della carenza di uno dei requisiti di legge da parte della ditta affidataria provvisoria della gara di appalto, motivo per cui una volta tornati dalle vacanze di Natale i giovani utenti non hanno potuto usufruire del servizio.

 

Testo da visualizzare in slide show