Cave: monito degli imprenditori a Barbet2 min di lettura

133
Una cava di travertino tra Tivoli e Guidonia Montecelio
Una cava di travertino tra Tivoli e Guidonia Montecelio

Di nuovo bufera sul settore estrattivo, nel centro del ciclone sono finite ancora le cave di travertino che ricadono nel territorio di Guidonia Montecelio con gli imprenditori che si sono scagliati contro l’Amministrazione comunale.

“La situazione potrebbe precipitare – ha commentato Filippo Lippiello, presidente del Centro di valorizzazione del travertino romano -. Nell’ultimo incontro, a Dicembre, erano emerse alcune questioni ma da allora non abbiamo più saputo nulla. Siamo nel limbo”. Le questioni aperte da affrontare non sono neanche di poco conto. Si parla di ritombamenti, fideiussioni e valutazioni di impatto ambientale. Argomenti finiti più volte al centro del dibattito e dello scontro, più volte affrontati anche con la Regione e con il comune di Tivoli. Due enti, questi ultimi, che rispetto al Comune di Guidonia hanno affrontato la situazione con un’altra marcia e con altre interpretazioni normative.

“Con questo atteggiamento rischiano di mettere fortemente a repentaglio la tenuta occupazionale del settore – prosegue Lippiello -. Chiederemo al Comune ed alla Regione di convocare urgentemen te un nuovo tavolo per capire quello che sta succedendo prima che la situazione precipiti. Alle nostre continue aperture mai abbiamo ricevuto risposte e lo possiamo dimostrare con le carte”.

LA REPLICA DEL SINDACO

Dopo il duro sfogo da parte degli imprenditori del Cvtr è arrivata, a stretto giro di social, la risposta del sindaco guidoniano Michel Barbet. “Viste le crescenti preoccupazioni degli imprenditori del settore estrattivo, ho ritenuto importante telefonare al Presidente del Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano Filippo Lippiello che ha accolto favorevolmente la mia volontà di chiarimento. Ho ribadito ciò che è stato detto anche in altre sedi, ovvero che la nostra Amministrazione non ha nessun genere di accanimento verso il settore estrattivo che reputiamo importante e strategico per l’economia della nostra Città e di tutta la Regione Lazio. I consueti controlli che vengono eseguiti congiuntamente tra Comune, Regione ed imprese si svolgono nel pieno rispetto dalla normativa. Ho ribadito la completa disponibilità mia e dell’Amministrazione ad ulteriori confronti per comprendere e dirimere eventuali divergenze”.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.