Cave, riunione tra Guidonia Montecelio e Tivoli per il futuro delle cave3 min di lettura

1129
Una cava di travertino tra Guidonia Montecelio e Tivoli
Una cava di travertino tra Guidonia Montecelio e Tivoli

Riunione congiunta a Palazzo Matteotti delle commissioni consiliare Ambiente ed Attività Produttive di Guidonia Montecelio e di Tivoli. Ordine del giorno il delicato tema del settore estrattivo.

Sulla questione cave, che ha infiammato l’estate guidoniana portando a 150 licenziamenti, presidi sotto il municipio, manifestazioni, ricorsi alla giustizia amministrativa, polemiche a non finire, si riaccendono i riflettori.

Dal Comune di Guidonia Montecelio

Questa la nota dell’Amministrazione guidoniana dopo l’incontro.

Comune Guidonia Montecelio
Comune Guidonia Montecelio

Claudio Zarro, Presidente della Commissione Attività Produttive, con l’ausilio di Alessandro Cocchiarella Presidente della Commissione Ambiente e per Tivoli Gianni Innocenti con la Commissione Ambiente e Attività Produttive ha condotto la seduta che ha visto i rispetti membri confrontarsi sulla situazione attuale del comparto estrattivo.

Si è provveduto innanzi tutto ad eseguire un excursus storico sugli eventi che hanno portato alla situazione attuale, evidenziando le criticità e prospettando la necessità di interventi comuni che possano valorizzare il settore nel pieno rispetto del territorio.

Sciopero generale di tutti i lavoratori delle cave di travertino
Sciopero generale di tutti i lavoratori delle cave di travertino

La volontà reciproca da parte delle amministrazioni comunali dei due territori è quella di dare massima attenzione al proseguimento del tavolo regionale ed in particolare alla sottoscrizione del futuro accordo di programma.

I temi dibattuti durante la seduta sono stati il lavoro, le criticità ambientali e il futuro del comparto stesso.

A margine dell’incontro, i presidenti hanno evidenziato l’importanza di proseguire con dei lavori comuni che evidenzino percorsi congiunti per il raggiungimento degli obiettivi delle due amministrazioni comunali.

 

Da Tivoli – Andrea Napoleoni

A fare il punto della situazione, intervenendo anche sul ripristino delle cave esaurite, è Andrea Napoleoni (Progetto Tivoli) dall’opposizione tiburtina:

Una cava di travertino a Guidonia Montecelio
Una cava di travertino a Guidonia Montecelio

“Oggi per la prima volta, su mia sollecitazione, si sono riunite le Commissioni Consiliari competenti sulla materia CAVE del Comune di Tivoli e del Comune di Guidonia per costruire un percorso comune che individui una soluzione definitiva alla delicata questione.

Il Distretto del Travertino è una componente rilevante del tessuto economico-sociale del territorio tiburtino (sicuramente il più importante in termini di occupazione diretta ed indiretta e di fatturato) e non può essere minacciato da logiche radicali e da beghe politiche.

Le imprese, i lavoratori e le loro famiglie devono essere tutelate e messe nelle condizioni di guardare al futuro con serenità, senza con ciò trascurare le questioni ambientali e la conservazione della risorsa idro-termale che tuttavia sono state spesso utilizzate per scopi assai meno nobili.

Chi sostiene che il ripristino delle aree di cava debba avvenire con materiale “autoctono” (ovvero con travertino o materiali simili) o è un folle o è in mala fede.

Cave di travertino
Cave di travertino

Ho rappresentato ai colleghi consiglieri del Comune di Guidonia la necessità di addivenire prima possibile ad una proposta di accordo di programma sulla quale discutere insieme, sottolinenando che ogni scelta di carattere radicale che possa portare alla chiusura delle cave, porterebbe al collasso l’intero settore e, di conseguenza, alla concreta impossibilità di procedere al ripristino ambientale dei siti”.

 

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.