Centro Agroalimentare di Roma: in visita il sottosegretario Francesco Battistoni

388
Il sottosegretario al ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con delega all'ortofrutta e alla pesca, Francesco Battistoni,

“Essere qui, in una struttura logistica cosi’ importante come quella del Centro Agroalimentare di Roma, e’ un vero piacere perche’ ci fa capire quanto potenziale abbiamo come Paese. Parliamo di 2,1 miliardi di euro di fatturato, 4.500 operatori giornalieri e 450 aziende presenti. Questa e’ l’Italia che ci piace, che produce e che ci rende orgogliosi”. È quanto ha dichiarato il sottosegretario al ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con delega all’ortofrutta e alla pesca, Francesco Battistoni, nel corso di una visita questa mattina al Centro Agroalimentare Roma (CAR). Ad accogliere il sottosegretario, il presidente di Car, Valter Giammaria, il presidente di Italmercati e direttore generale di Car, Fabio Massimo Pallottini e le rappresentanze associative dei grossisti, dei produttori e degli ittici. Il sottosegretario Battistoni ha vistato il padiglione del Mercato Ittico (non in attivita’ poiche’ osserva orario notturno), uno tra i piu’ importanti d’Europa, e a seguire il Mercato Ortofrutticolo, in piena attivita’, con le sue 380 aziende di cui 170 alla produzione. Il Car, come ha ricordato il presidente Giammaria, e’ il mercato all’ingrosso piu’ grande d’Italia e uno dei piu’ grandi in Europa. Ogni anno vengono movimentate 940.000 tonnellate di ortofrutta e 80.000 tonnellate di prodotto ittico. Le aziende che hanno sede al CAR sono in totale 450 con oltre 4.500 addetti giornalieri. La superficie totale copre un’area di 1.405.000 mq”.
I temi che sono stati trattati durante la visita sono stati: il ruolo dei Mercati all’Ingrosso in Italia, con particolare riferimento alla filiera ittica nel Lazio e alle sue relazioni con il mondo della pesca e dell’acquacultura, e la filiera ortofrutticola nell’anno internazionale della frutta e della verdura proclamato dalle Nazioni Unite. “L’agricoltura – ha dichiarato ancora Battistoni- ha di fronte alcune sfide strategiche di fondamentale importanza, tra cui quelle che ci offre il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, verso le quali ci dobbiamo fare trovare pronti con le progettualita’, e’ un’occasione unica. Pnrr, ma non solo: penso al fondo complementare in cui abbiamo stanziato 1.2 mln di euro per i contratti di filiera per l’agricoltura e la pesca; misure importanti per rafforzare la catena di produzione del nostro agroalimentare. Senza dimenticarci del biologico made in Italy.

In Italia siamo tra i primi in Europa, ma dobbiamo continuare a crescere agevolando il piu’ possibile le aziende. Il Governo, in questi primi mesi- ha continuato Battistoni- sta conducendo una battaglia importante a difesa della nostra cultura alimentare, messa in serio pericolo dal Nutriscore, il sistema a semaforo proposto da alcuni Paesi europei. Su questo siamo uniti e faremo di tutto per scongiurare un palese assalto alla dieta mediterranea”. Il presidente di Italmercati e dg Fabio Massimo Pallottini, ringraziando Battistoni per la sua visita ha affermato che “e’ stata un’occasione per ribadire l’importantissimo ruolo dei Mercati all’Ingrosso in Italia, un sistema che ha retto, nonostante le molte difficolta’, durante tutto il periodo della pandemia, garantendo un servizio fondamentale per la popolazione.

Abbiamo voluto in modo particolare affrontare il tema della filiera ittica. Il Car e’ il Mercato piu’ importante d’Italia come quantita’, qualita’ e varieta’ dei prodotti grazie al suo forte legame con tutte le marinerie dell’Italia centrale e del Sud”. Per Valter Giammaria, “il Centro Agroalimentare Roma rappresenta un tassello fondamentale del tessuto economico della Capitale e di tutta Italia, con il suo volume d’affari annuo che supera i 2 miliardi di euro. Un ruolo che il Car riafferma ogni giorno con il lavoro di migliaia di persone per le quali la presenza oggi del sottosegretario Battistoni, che ringraziamo, e’ stata motivo di grande orgoglio, dopo tanti mesi veramente difficili”