Città dello sport di Tivoli, la piscina dalla Lazio Nuoto all’Asa Servizi2 min di lettura

4852
Città dello sport di Tivoli, la piscinaCittà dello sport di Tivoli, la piscina
Città dello sport di Tivoli, la piscina

Città dello sport di Tivoli, la piscina dalla Lazio Nuoto all’Asa Servizi, il Comune dopo essere rientrato ufficialmente possesso della Città dello Sport ha scelto chi gestirà il polo natatorio. In attesa della Fondazione dello Sport che dovrebbe andare a gestire le tre strutture, piscina, stadio e palazzetto, da Palazzo San Bernardino hanno dato incarico alla società controllata di portare avanti le attività. (Leggi per il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso al Tar)

“L’Amministrazione comunale – ha dichiarato Alessandro Baldacci, Consigliere del Sindaco per lo sport – intende affidare gli impianti in via transitoria alla società in house providing Asa servizi srl, nelle more della costituzione della Fondazione dello Sport, che gestirà definitivamente gli impianti. L’Amministrazione comunale disporrà per fare in modo che il passaggio di consegne avvenga senza alcun giorno di interruzione del servizio”.

 

IL CONSIGLIO DI STATO

“E’ stata riconosciuta sia dal Tar sia dal Consiglio di Stato la completa validità delle azioni intraprese da questa amministrazione a tutela degli interessi della collettività – ha aggiunto Alessandro Baldacci -. L’Avvocatura comunale sta predisponendo gli atti conseguenti alla sentenza definitiva, cioè le immediate azioni legali per ottenere il pagamento delle somme dovute relativamente ai canoni e alle utenze elettriche oltre alla riconsegna formale e materiale di tutti gli impianti al Comune stesso”.

IL RICORSO

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso con il quale la SS Lazio Nuoto – società a cui il Comune di Tivoli aveva affidato il complesso della Città dello Sport in località Arci – aveva presentato ricorso contro l’annullamento della concessione degli impianti stessi, deciso dall’Amministrazione comunale.

Anche il Tar del Lazio, ad aprile dello scorso anno, aveva assunto la stessa decisione.

Pertanto, alla luce della sentenza definitiva, il Comune di Tivoli torna di fatto in possesso di tutti gli impianti della Città dello Sport, compreso il polo natatorio.