Consiglio comunale dei Giovani: cosa farà, come funzionerà

1322

#‎CCGTIVOLI‬ – Tutto pronto per il Consiglio comunale dei giovani, approvato il regolamento in consiglio comunale manca solo la data del voto. Le elezioni devono essere ancora indette, probabilmente entro la fine dell’anno in Municipio sarà essere decisa la data che dovrebbe essere nei primi mesi del 2016.

“Il Consiglio comunale dei giovani – ha spiegato la “giovane” consigliera comunale Eirene Marinucci di Una Nuova Storia, promotrice dell’iniziativa – potrà essere uno strumento importante per avvicinare i ragazzi alla politica e per fargli comprendere meglio l’attività amministrativa. Sarà un modo per far capire ai giovani come funziona il governo della cosa pubblica. Avrà finalità consultive, potrà avanzare progetti e portare avanti idee. L’intento di far riscoprire che la politica fatta per la collettività è bella. È bello farsi carico della comunità ed è giusto fare questa esperienza anche a 15 anni. Noi consiglieri comunali ci siamo presi l’impegno di essere per loro un esempio”.

LE FINALITA’

Il consiglio comunale dei giovani è un organo democratico di rappresentanza di tutti i giovani tra i 15 e i 25 anni, autonomamente istituito dal comune e promuove la partecipazione dei giovani alla vita sociale, politica e culturale del paese, allo scopo di favorire la libera espressione del loro punto di vista su tutte le questioni che riguardano il territorio comunale, con particolare attenzione a quelle di interesse giovanile.

COSA FARA’

Il consiglio dei giovani ha la funzione di promuovere la partecipazione dei giovani alla vita politica e amministrativa locale. Di facilitarne la conoscenza, da parte dei giovani, dell’attività e delle funzioni dell’ente locale, ma anche di promuovere l’informazione rivolta ai giovani e di elaborare progetti coordinati da realizzare in collaborazione con gli analoghi organismi istituiti in altri comuni.

Il consiglio dei giovani può presentare proposte di deliberazione al consiglio comunale e alla giunta ed esprime parere, anche se non vincolante, su tutti gli atti emanati dal consiglio comunale, dal Sindaco o dalla Giunta che riguardano specificatamente i giovani o la condizione giovanile compresa nella fascia di età tra i 15 e i 25 anni.

COM’E’ COMPOSTO

Il consiglio dei giovani è composto da 18 membri eletti a suffragio universale diretto con metodo proporzionale a scrutinio di lista da tutti i giovani residenti nel comune che alla data delle elezioni abbiano compiuto i 15 anni e non abbiano superato i 25. Possono essere eletti nel consiglio solo i giovani che, alla data delle elezioni, abbiano compiuto i 15 anni e non abbiano superato i 25. Devono far parte del consiglio almeno 1/3 di membri di età compresa tra i 15 e i 17 anni.

QUANDO SI RIUNISCE

Il consiglio si riunisce in adunanza ordinaria almeno una volta ogni trimestre e, in adunanza straordinaria, ogni volta che il Presidente lo ritenga necessario.

COMPOSIZIONE DELLE LISTE

L’elezione dei membri del consiglio dei giovani avviene sulla base di liste elettorali, che per essere presentate devono essere accompagnate da almeno 60 e non più di 120 firme di aventi diritto al voto. Ogni elettore può sottoscrivere una sola lista.

Le liste devono essere presentate in comune a pena di inammissibilità entro e non oltre il ventesimo giorno successivo alla data di indizione delle consultazioni. Ogni lista deve comprendere un numero di candidati non inferiore a 12 e non superiore a 18, di cui almeno 1/3 di età ricompresa tra i 15 e i 17 anni. Nessuno dei sessi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei componenti. 


Testo da visualizzare in slide show