Coronavirus: nel Lazio 19 nuovi casi di importazione2 min di lettura

200

“Oggi registriamo un dato di 19 casi positivi e di questi 13 sono casi di importazione (12 del Bangladesh). Un nuovo decesso nelle ultime 24 ore. A Roma citta’ sono 14 i nuovi casi”. Lo fa sapere l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesu’.

“Si conferma la forte incidenza dei casi di importazione. Dei nuovi casi giornalieri si registrano 12 casi di nazionalita’ Bangladesh e di questi 9 hanno un link correlabile con i voli internazionali provenienti da Dacca- ha spiegato D’Amato- Nella Asl Roma 1 dei sette casi odierni sono sei i casi riferiti a persone di nazionalita’ del Bangladesh che hanno un link correlabile con i voli gia’ attenzionati provenienti da Dacca. Di questi sei nuovi casi quattro vivono in un unico domicilio. Nella Asl Roma 2 si registrano 6 casi tutti di nazionalita’ Bangladesh e di questi tre hanno un link correlabile con i voli gia’ attenzionati provenienti da Dacca e i restanti tre casi sono giunti al pronto soccorso dell’ospedale Pertini. Nella Asl Roma 5 si registra una caso di una bambina di 11 anni residente a Mentana e trasferita all’ospedale pediatrico Bambino Gesu’ di Palidoro. Avviata l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 un nuovo caso positivo di un uomo di 37 anni da accesso al pronto soccorso dell’ospedale dei Castelli e trasferito allo Spallanzani”.

“Infine per quanto riguarda le province– ha concluso D’Amato- registriamo due casi nella Asl di Latina: si tratta di un uomo colpito da infarto e individuato all’accesso del pronto soccorso e un secondo caso di una donna di nazionalita’ Indiana e di rientro dall’India che era in isolamento. E’ stata avviata l’indagine epidemiologia. Un terzo caso nella Asl di Viterbo e si tratta di un uomo individuato in fase di pre-ospedalizzazione”.