Cotral: ancora sciopero contro le aggressioni agli autisti di Tivoli

1678

Uno sciopero contro le aggressioni subite, i lavoratori del Cotral incrociano nuovamente le braccia, sabato sera, ma questa volta ai depositi di Tivoli e Roma Ponte Mammolo si aggiungono anche quelli di Palombara e Subiaco.

Ancora mezzi fermi dalle 20 fino alle 24, dopo lo sciopero di tre settimane fa, per la protesta voluta dall’Unione sindacale di base contro lo la mancanza di controlli sulle linee serali durante i fine settimana.
“E’ iniziato tutto con sfottò ed aggressioni verbali ai danni degli autisti – hanno spiegato dall’Usb – ma poi, visto che nessuno controllava ed interveniva, la situazione è degenerata. Si tratta di ragazzi che il venerdì ed il sabato sera scendono da Tivoli e durante il tragitto fanno di tutto. Capita anche che bevano o fumino spinelli. L’autista, da solo, non può fare nulla ed i rischi sono anche per gli altri viaggiatori”.
“Con questo sciopero chiediamo, ancora, che il Cotral intervenga. Noi proponiamo la presenza di controllori, quattro o cinque persone, che salgano sui bus serali. Questa estate quattro autisti fuori servizio hanno accompagnato un loro collega durante un viaggio e non si sono registrati problemi, vuol dire che basta solo la presenza di personale Cotral. Ci va bene anche una sperimentazione di un mese. Inoltre questi ragazzi non pagano il biglietto. Quando, una sera, sono stati fatti controlli straordinari sono state elevate circa 60 multe”.

Testo da visualizzare in slide show