Da Gregorio XVI a Benedetto XVI, i ragazzi di Villa Gregoriana protestano al Vaticano

1643

Una platea mondiale, la protesta dei nove cassa integrati di Villa Gregoriana al Vaticano ha sortito gli effetti sperati. Sotto gli occhi di oltre cento mila persone, accorse per l’ultimo Angelus di Papa Benedetto XVI, intervistati da una televisione portoghese, lo striscione ed i volantini dei manifestanti di Tivoli hanno suscitato curiosità e raccolto consensi, anche per lo slogan utilizzato: “I giovani di Papa Gregorio XVI licenziati dal Fai salutano Benedetto XVI e la comunità di Tivoli”.
“Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo – hanno commentato i manifestanti – volevamo farci vedere il più possibile e pensiamo di esserci riusciti. Siamo, comunque, solo all’inizio. In programma abbiamo altre importanti iniziative su cui stiamo lavorando in questi giorno. La prossima “tappa” sarà mercoledì prossimo. Protesteremo fuori dal municipio quando si terrà l’incontro tra l’amministrazione ed i vertici del Fai e poi vogliamo che un nostro rappresentate possa partecipare alla riunione”.

La protesta dei nove di Villa Gregoriana al Vaticano

Testo da visualizzare in slide show


There is no ads to display, Please add some