Da sabato 2 aprile sei incontri di musica con Marcello Piras

1634

“I neri degli altri” è il titolo delle sei conversazioni che Marcello Piras, con musica e immagini, terrà presso la Libera Università Igino Giordani di Tivoli.

Gli incontri con il noto musicologo che vive in Messico ma si trova nel nostro paese per un breve periodo, avranno luogo Sabato 2, 9, 16, 23, 30 aprile e 7 maggio alle ore 10,30 presso la sede del Seminario a Tivoli in piazza del Seminario

Programma dei sei incontri

Sabato 2 aprile

Navi, oro e tromboni: musica nera in Portogallo

Sabato 9 aprile

Africani che vanno, africani che vengono: musica nera in Spagna

Sabato 16 aprile

Complotto nella fabbrica della cattedrale: musica nera in Messico

Sabato 23 aprile

Maschere, risate, balli e amori: musica nera in Italia

Sabato 30 aprile

Swing, balli di corte e fratelli massoni: musica nera in Francia

Sabato 7 maggio

Argento, confraternite e teatro sulle Ande: musica nera in Perù

Abbonamento all’intero ciclo € 45,00 *

Ingresso singolo (se vi sono posti disponibili):  € 10,00

* Per coloro che non sono ancora Soci della Luig occorre effettuare la tessera di euro 10,00

Iscrizione e Info : 

segreteria Luig Villa Adriana 0774/534204- cell. 3892536862;

segreteria Luig Tivoli/Seminario O774/282061 

www.luig.it               [email protected]

Marcello Piras

Musicologo (Roma, 1957), è noto in tutto il mondo per i suoi studi sulla storia delle musiche nere. Ha pubblicato un volume su John Coltrane, un Cd-Rom sul jazz, decine di saggi su enciclopedie, libri e riviste, e ha tradotto i fondamentali Early Jazz e The Swing Era di Gunther Schuller, rivedendoli con l’approvazione dell’autore. Ha tenuto conferenze in Italia, Germania, Svizzera, Olanda, Usa, Canada, Messico e Brasile. Nel 2001-02 ha vissuto negli Usa, collaborando con il Center for Black Music Research (Chicago) e la University of Michigan, come direttore esecutivo delle edizioni critiche MUSA (Music of the United States of America). Ha poi fatto parte del comitato scientifico della rivista Jazz Perspectives e ha pubblicato saggi per Current Research in Jazz e il Journal of Jazz Studies. Dal 2006 vive a Puebla, dove studia l’influenza africana sul barocco messicano. Nel 2015 ha pubblicato il volume Dentro le note, Il jazz al microscopio(Arcana). Attualmente lavora a una storia afrocentrica della musica dal Paleolitico a oggi, in cui confluiscono paleontologia, evoluzionismo, filogenesi dell’encefalo, linguistica e archeologia.

Marcello Piras

Testo da visualizzare in slide show