Dal Myanmar a Tivoli per studiare la valorizzazione dei beni culturali3 min di lettura

1961
Myanmar Tivoli
Myanmar Tivoli: la delegazione del Myanmar in visita a Tivoli insieme agli amministratori locali

Ancora una delegazione straniera in visita a Tivoli, dopo Cina e Giappone è stata la volta del Myanmar, ex Birmania.

Il gruppo, impegnato da giorni in una serie di visite presso le principali istituzioni italiane, è venuto a Tivoli per approfondire le tematiche relative alla valorizzazione e tutela dei beni culturali.

Capo delegazione la Signora Phyu Phyu Thin, parlamentare e personaggio di primo piano nella lotta che ha portato la Birmania alla democrazia.

Amica del premio nobel per la pace Aung San Suu Kyi, è stata arrestata e detenuta nel 2000 e nel 2007 per aver chiesto la sua liberazione.

E’ stata liberata dopo un lungo sciopero della fame. Viene definita la Madre Teresa Birmana per il sostegno ai malati di AIDS che grazie all’ospitalità ed alle cure che ricevono nel suo centro Yangon possono essere reintegrati nella vita sociale. 

L’accoglienza nelle Scuderie Estensi è stata particolarmente significativa alla presenza del Sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti, del Sindaco di Marcellina Alessandro Lundini, del Vice Sindaco di San Polo dei Cavalieri Matteo Filoni, del consigliere del Sindaco per i gemellaggi e le relazioni internazionali Riccardo Luciani e dei consiglieri comunali di Tivoli Simone Cavallo e Gianni Innocenti.

Presente anche il Consigliere Alessandro Petrini che fa parte del team che segue la Delegazione in questo progetto e che ha voluto ed organizzato l’appuntamento a Tivoli.

Il Sindaco Proietti nel suo intervento ha illustrato quanto si è fatto e si sta facendo nella nostra città per la tutela e conservazione del patrimonio monumentale e del paesaggio ed ha invitato la delegazione asiatica a non tener conto di come si è costruito dall’immediato dopoguerra e fino agli anni settanta in Italia, modo che non può essere portato ad esempio di tutela. 

Nel suo intervento la signora Phyu Phyu Thin ha ringraziato il Sindaco di Tivoli e tutti i presenti per l’ospitalità e le informazioni ricevute. 

La manifestazione, durante la quale è stato presentato il filmato sul patrimonio turistico di Tivoli, si è conclusa con i sentiti ringraziamenti della dottoressa Renata Pavlov e dell‘On. Alessandro Battilocchio che sono i Coordinatori di questo progetto di cooperazione internazionale della Scuola Nazionale dell’Amministrazione e del Ministero degli Esteri. 

Improntati ad una grande affettuosità i saluti tra la delegazione del Myanmar e gli amministratori locali di Tivoli presenti. La visita della delegazione Birmana si e poi conclusa, nel pomeriggio con una visita a Villa d’Este

PETRINI: “libertà va conquistata e difesa giorno per giorno”

“Ringrazio la Renata Pavlov e Alessandro Battilocchio – ha commentato il consigliere comunale di Tivoli Alessandro Petrini, che ha organizzato l’evento – per aver accettato l’invito a venire a Tivoli con i parlamentari del Myanmar e per avermi dato l’opportunità di far parte del team che segue la delegazione in questo ambizioso progetto”.

“È stata una giornata intensa, ricca di momenti toccanti. Tivoli ha ospitato ancora una volta importanti personalità di un paese lontano e al quale l’Italia sta dimostrando di voler essere vicino. Abbiamo potuto ascoltare le parole di PHYU PHYU THIN una donna che ha pagato con anni di carcere l’amicizia con il leader AUNG SAN SUU KYI e l’opposizione al regime militare.

La delegazione di parlamentari e funzionari del Myanmar è venuta a Tivoli per parlare di Beni Culturali, dunque per apprenderne i concetti di valorizzazione e tutela, ma credo che noi italiani abbiamo tanto da apprendere da questo popolo che con il proprio coraggio ci insegna che la libertà va conquistata e difesa giorno per giorno e non va mai data per scontata”.