Deluxe Italia, 127 dipendenti rischiano il posto1 min di lettura

1711

Si potrebbe aprire la strada del licenziamento collettivo per i dipendenti della Deluxe Italia, la multinazionale che si occupa di sviluppo e stampa cinematografica, che ha la sua sede nel Bel Paese nell’area industriale tra Mentana e Fonte Nuova. Alla base della decisione il passaggio dalla pellicola al digitale, che porterebbe l’azienda americana alla chiusura di tutte le sedi del vecchio continente. “Deluxe Italia Holding ha annunciato l’intenzione di voler aprire una procedura legata alla scelta di cessare in tutta Europa la produzione su pellicola, anticipando i tempi fisiologici del passaggio a supporto digitale, previsti in Italia per dicembre 2013” dice Salvatore Muscarella segretario nazionale dell’Ugl Comunicazioni, che il 21 ha preso parte al tavolo di concertazione presso Unindustria per cercare di portare a casa una serie di misure che tutelino i lavoratori almeno per 24 mesi. Lunedì ci sarà un nuovo incontro nella stessa sede dopo il quale si deciderà se avviare o meno una serie di scioperi.

Testo da visualizzare in slide show