E’ morto Little Tony, aveva portato Tivoli nel mondo1 min di lettura

1470

Uno dei simboli della musica italiana, conosciuto in tutto il mondo, ieri sera è venuto a mancare Little Tony, al secolo Antonio Ciacci. Il cantante, di origini e di cittadinanza sammarinese, era nato a Tivoli e proprio nei locali tiburtini aveva mosso i suoi “primissimi passi” prima di spiccare il volo verso Roma e verso l’Inghilterra, conquistando il cuore di generazioni di fans.

Little Tony, all’anagrafe Antonio Ciacci, era nato il 9 febbraio 1941 in una casa del centro. La sua storia con i tiburtini, però, è sempre stata di “amore ed odio”. Molti tiburtini, infatti, hanno sempre guardato con diffidenza il cantante che diceva di essere “originario di San Marino”. Pochi i concerti che “l’Elvis Presley italiano” ha tenuto a Tivoli.
L’ultimo nel luglio 2007 quando l’allora sindaco Marco Vincenzi insignì Little Tony della cittadinanza onoraria e lo chiamò ad esibirsi per l’inaugurazione della rinnovata piazza Garibaldi. Significativa la delibera di conferimento della cittadinanza: “Come uomo e come artista Antonio Ciacci, in arte Little Tony ha sempre sottolineato con orgoglio la sua appartenenza alla comunità tiburtina, dimostrando affetto e riconoscenza alla città in cui è nato e cresciuto e un vivo attaccamento alle proprie radici. Inoltre attraverso una lunga e apprezzata attività artistica ha contribuito a far conoscere in Italia e nel Mondo Tivoli, sua città natale”.
“Ho sempre avuto Tivoli nel cuore – ha commentato l’autore di Cuore Matto – questa città è molto importante per me, mio nonno si è trasferito qui da San Marino e mio padre è nato qui. Sono attaccato a Tivoli ed è sempre un’emozione cantare qui. Non sono emozionato quanto canto al Madison Square Garden o all’Opera House di Sydney ma questa sera sono emozionato”.

Testo da visualizzare in slide show

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.