Elezioni Tivoli, si riapre il tavolo del centro destra. FI: fronte comune1 min di lettura

1166

Cambiano gli equilibri nel centro destra tiburtino, che dopo la candidatura a sindaco di Laura Cartaginese per Forza Italia, sembrava essere destinata ad andare divisa. A riaprire la partita l’ultimo incontro in ordine di tempo tra  il partito di Berlusconi, NCD, Fratelli d’Italia e Alleanza per Tivoli, definito dalla stessa Forza Italia “proficuo”. “FI ritiene che una coalizione coesa di centrodestra può rappresentare a Tivoli, l’unica vera alternativa di governo alle sinistre. Difatti da un lato, l’aggregazione delle liste civiche rappresenta una mera intesa elettorale tra soggetti troppo diversi tra loro e, dall’altro, il M5S è piuttosto una formazione di protesta e non di proposta – fanno sapere dal gruppo -. Pertanto invitiamo il NuovoCentroDestra, Fratelli d’Italia e Alleanza per Tivoli a confrontarsi su un progetto politico condiviso, intorno alla figura del proprio candidato Sindaco Laura Cartaginese, al fine di dare un governo stabile alla città. Abbiamo sempre detto che il centro destra e’ una grande famiglia. Ci sono molti amici nel NCD, in Fratelli d’Italia e Alleanza per Tivoli, l’intesa la si può trovare senza troppe difficoltà. Abbiamo intenti comuni, e il fine ultimo, non deve essere solo vincere le elezioni, ma governare finalmente Tivoli per renderci tutti orgogliosi di esserne cittadini”.

Testo da visualizzare in slide show