Ferrovia: alta velocità tra Roma e Pescara

1067

Gli interventi infrastrutturali, tecnologici, operativi ed organizzativi tendono ad una progettazione destinata ad abbattere i tempi di percorrenza tra le due città, aumentare la frequenza del collegamento e migliorarne l’agibilità negli ambiti Roma-Avezzano e Pescara-Chieti-Sulmona. Ad ottobre 2020, la riunione del Gruppo di lavoro, appositamente costituito tra gli Enti aveva stabilito di procedere per fasi, avviando l’analisi potenziale dell’utilizzazione per merci e viaggiatori, la valutazione di costi e benefici, aggiungendo la mobilità dell’area tiburtina e la velocizzazione di quella abruzzese comprendendo anche L’Aquila. Sul versante abruzzese sono confermate le infrastrutture in via di progettazione: Pescara–Interporto d’Abruzzo con il raddoppio per circa 18 km ed il terzo binario Pescara–Pescara Porta Nuova, la bretella ferroviaria di Sulmona con l’elettrificazione del collegamento diretto con L’Aquila ed una nuova fermata a Sulmona S.Rufina.

Sul versante laziale, preso atto del raddoppio già finanziato ed in parte realizzato tra Lunghezza e Guidonia-Montecelio, la velocizzazione del collegamento che prevede un abbattimento dei tempi tra Roma ed Avezzano di cinquanta minuti, si basa su una nuova infrastruttura che, derivando dalla linea ad alta velocità Roma-Napoli all’altezza di Corcolle, prevede una tratta di 53 chilometri a binario unico, di cui 40 in galleria, fino a Tagliacozzo. La velocità media è ipotizzata a 200 Km/h, a 160 quella del tratto Tagliacozzo-Avezzano che diventerà a doppio binario. Punti di interscambio tra la nuova linea e la vecchia, le stazioni di Mandela ed Avezzano. I

l complesso progetto, le cui previsioni di costo vedono un ammontare complessivo di circa sei miliardi e mezzo di euro, prevede anche una linea a servizio dell’area tiburtina da Albuccione a Villa Adriana. Le percorrenze ipotizzate, vedono 50 minuti tra Roma ed Avezzano, due ore e mezza tra Roma e Pescara, risparmi notevoli. Non solo velocità però ma un collegamento che, insieme ai viaggiatori, sia fruibile per le merci e permetta uno sviluppo delle strutture portuali abruzzesi, questa la richiesta pressante della riunione on-line che, organizzata dalla Sindaca di Sulmona Anna Maria Casini, si è svolta venerdì 23 aprile ed alla quale hanno partecipato una ventina tra Sindaci ed amministratori di Lazio ed Abruzzo tra i quali il Sindaco di Vicovaro De Simone, quello di Mandela Claudio Pettinelli, il Sindaco di Guidonia Barbet con l’assessore Correnti ed i consiglieri Cos e Cocchiarella, l’assessore all’urbanistica di Tivoli Gianni Innocenti. L’esigenza è molto sentita poiché un collegamento intermodale trasversale tra i due mari consentirebbe ai territori interni delle regioni Lazio e Abruzzo nuove opportunità di interscambio con le grandi reti europee del commercio e del turismo.