Giornata mondiale contro il cancro: flash mob a Tivoli, prevenzione a Mentana

301
L'Asl Roma 5 ha aderito alla giornata mondiale contro il cancro
L'Asl Roma 5 ha aderito alla giornata mondiale contro il cancro

Per la giornata mondiale contro il cancro l’Asl Roma 5 ha organizzato, questo lunedì, due eventi a Tivoli e Mentana

TIVOLI

Nel reparto di oncologia dell’ospedale del San Giovanni Evangelista di Tivoli gli infermieri del nosocomio, in collaborazione con i medici ed il personale del reparto, hanno organizzato un flash mob danzante.  “L’intento – hanno spiegato dalla Roma 5 – dell’evento è quello di sensibilizzare e trarre beneficio dall’omaggio reso per quell’occasione, condividere un sorriso con chi ne ha bisogno. Vista la delicatezza del reparto e della tematica l’evento si terrà a porte chiuse e verrà realizzato e diffuso attraverso i canali aziendali, previa autorizzazione dei pazienti coinvolti, un video. Questo Flash Mob è il primo evento di questo genere organizzato dalla Direzione Aziendale della Asl Roma 5 di Tivoli e promosso dalle professioni sanitarie, in collaborazione con la UOC di Oncologia”.

IL VIDEO COMPLETO ⤵

Passione, condivisione, solidarietà: questa è la nostra Asl! #flashmob #WorldCancerDay #IAmAndIWillSi ringraziano per video e montaggio Stefano e Claudio di pellicola digitale, Desiree Narzisi per la coreografia, Fabrizio Sperduti per la musica.Grazie di cuore a tutti gli operatori sanitari che hanno voluto celebrare questa giornata condividendo un sorriso con chi ne ha bisogno.

Posted by Asl Roma 5 on Monday, 4 February 2019

 

Giornata mondiale contro il cancroOspedale di Tivoli, oncologia #staytuned #WorldCancerDay #IAmAndIWill

Posted by Asl Roma 5 on Monday, 4 February 2019

 

MENTANA

L’Asl Roma 5, con il Lions Club Parco Nomentum e con il patrocinio del Comune di Mentana hanno organizzato per il terzo anno consecutivo, nell’ambito della Giornata Mondiale contro il Cancro, l’evento Prenota la Prevenzione. La manifestazione è servita per sensibilizzare sull’importanza dei programmi di screening oncologici e, con l’occasione, è stato distribuito il kit per la ricerca del sangue occulto nelle feci e prenotare la mammografia e/o il Pap Test o l’HPV Test.

Il dr. Pasquale Valente, responsabile della UOSD Sani stili di vita e ScreeningAdesso a Mentana #WorldCancerDay #IAmAndIWill

Posted by Asl Roma 5 on Monday, 4 February 2019

 

 

Lions Club Roma Parco Nomentum #WorlCancerDay #IAmAndIWill

Posted by Asl Roma 5 on Monday, 4 February 2019

 

GLI SCREENING DELLA ROMA 5

I programmi organizzati di screening sono interventi di sanità pubblica, inclusi nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), di provata efficacia nel ridurre la mortalità per i tumori della mammella, della cervice uterina e del colon retto. Gli screening assicurano un percorso completo e multidisciplinare che coinvolge più unità operative, anche afferenti a diverse aziende sanitarie, chiamate a operare in modo integrato per garantire percorsi diagnostico- terapeutici efficienti e di alta qualità.

Nei programmi di screening oncologici l’ASL invita sistematicamente tutta la popolazione target, assicurando a coloro che aderiscono la presa in carico lungo un percorso diagnostico terapeutico organizzato, con garanzie di qualità strutturale, tecnico-professionale e di umanizzazione.

Il programma di screening per il tumore della mammella è dedicato a tutte le donne dai 50 ai 69 anni, con invito attivo della popolazione target, mediante una lettera standard che prevede un appuntamento prefissato presso la Diagnostica per Immagini per una mammografia bilaterale. La lettura delle mammografie viene effettuata in doppio cieco da due radiologi di sicura esperienza. Il programma di screening della cervice uterina prevede: per le donne dai 25 ai 29 anni l’invito ad effettuare un Pap test ogni tre anni; per le donne dai dai 30 ai 64 l’invito ad effettuare un test HPV primario ogni 5 anni. Il programma di screening del tumore del colon retto è rivolto a tutte le donne e agli uomini dai 50 ai 74 anni. Ogni 2 anni la Asl Roma 5 invia una lettera di invito, corredata da un foglio con le istruzioni, per ritirare (e riconsegnare) presso gli ambulatori Infermieristici sparsi su tutto il territorio, un contenitore in cui inserire un solo campione delle proprie feci, per la ricerca del sangue occulto (FOBT). In caso di test positivo al I livello, per ciascun programma si effettua un invito telefonico a presentarsi a visita nei Centri di II livello della Diagnostica Clinica aziendale (Ospedale di Tivoli, Palestrina e Colleferro), per eseguire ulteriori approfondimenti diagnostici gratuiti, finalizzati alla identificazione delle lesioni tumorali. Per lo screening mammografico: visita, ecografia ad alta definizione, prelievi percutanei con ago tru-cut o mediante VABB su guida ecografica o stereotassica. Esame istologico del prelievo agoaspirato. Per lo screening del colon retto: colloquio pre-endoscopico e colonscopia. In corso di colonscopia, se necessario viene effettuata polipectomia e biopsia con esame istologico. Per lo screening del cervico-carcinoma: colposcopia, eventuale biopsia ed esame istologico.

I soggetti ai quali viene fatta diagnosi di lesione tumorale sono inviati direttamente al trattamento chirurgico presso le strutture ospedaliere della rete oncologica regionale.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.