Giuseppe Meliadò è il nuovo presidente della Corte d’Appello di Roma1 min di lettura

126

Si è insediato  il nuovo Presidente della Corte di Appello di Roma, Giuseppe Meliadò.
Alla cerimonia hanno participato, tra gli altri, il vicepresidente del Csm, David Ermini, il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho, il procuratore di Roma, Michele Prestipino. Presenti anche il questore Carmine Esposito, il comandante provinciale dei Carabinieri, Francesco Gargaro, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Paolo Compagnone, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme al sindaco di Roma, Virginia Raggi.

La cerimonia si e’ svolta nella sala Unita’ d’Italia della sede di via Varisco. “Arrivo qui nella piu’ grande Corte d’Appello d’Europa con pendenze di arretrati che si aggirano intorno al 20% del totale di quelle nazionali. Intervenire su questo punto vuol dire incidere su problemi complessivi della giustizia in Italia”, ha detto Meliado’. Tra le priorita’, ha sottolineato il neopresidente, “la necessita’ di nuovi spazi per gli uffici” e in particolare si e’ soffermato sulla ristrutturazione della caserma Manara destinata a ospitare le cancellerie civili e del lavoro della corte d’Appello.