Guidonia, beni confiscati al clan dei Casamonica utilizzati per la collettività1 min di lettura

70

Il comune di Guidonia Montecelio è entrato ufficialmente in possesso di una villa confiscata ad un appartenente al clan dei Casamonica. Una giornata impreziosita dalla presenza del Sottosegretario agli Interni Luigi Gaetti, dal Procuratore di Tivoli Francesco Menditto e dal vice sindaco  Davide Russo che hanno voluto testimoniare la vicinanza e la sensibilità delle istituzioni verso queste tematiche. I beni confiscati sono, nello specifico, una villa e 29 appartamenti sottratti al patrimonio della criminalità organizzata. La villa sequestrata dove verrà realizzata dal Comune la prima casa rifugio per donne vittime di violenza dell’area metropolitana. Di contro il complesso residenziale nel quartiere Pichini sarà adibito come  albergo diffuso per padri separati. Ma in campo ci sono anche orti urbani ed il social housing.

 

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.