Guidonia: il pentastellato Zarro passa al gruppo misto2 min di lettura

305

Claudio Zarro pentastellato Presidente della Commissione Commercio ed Attività Produttive nonché membro di altre due Commissioni (Cultura ed Ambiente)  ufficializza la fuoriuscita dal gruppo consiliare di maggioranza per costituire ed aderire al Gruppo Misto, in seno al Consiglio Comunale di Guidonia Montecelio.

Lo fa con un lunghissimo intervento su Facebook, vediamo alcuni tratti salienti:

“Il  motivo fondante che mi ha portato a tale decisione è la reiterata mancanza di condivisione di scelte per la città, inopportuni personalismi e la totale assenza di ruoli e il rispetto degli stessi. Quando ho iniziato questa avventura, gli intenti volevano che in quanto rappresentante eletto all’interno di un’istituzione, l’assise della terza città del Lazio, avremmo potuto lavorare e portare avanti, seppur in tempi non celeri e con le difficolta’ note, una costruzione di città diversa, così come paventato all’interno del nostro programma elettorale. Spesso invece, mi sono trovato a dover avallare scelte non condivise e le posizioni difformi non avevano modo di esistere, neanche a mo’ di critica costruttiva.(…)

“Abbiamo cambiato 8 assessori nell’arco di 2 anni e mezzo, e solo nell’area di cui sono presidente di commissione (commercio ed attivita’ produttive) si sono susseguiti i seguenti dirigenti: da Simoncini alla Piseddu, a Nardi, all’interim della Pasquali, all’interim del Segretario Generale Livia Lardo, alla Petricca ed ora al Dottor Lauro.

“Con quale faccia un amministratore locale che intenda dare una progettualità alla sua azione legislativa può andare in giro? Come possono esserci provvedimenti che vanno portati avanti e che vedono cambiare sempre e comunque l’interlocutore di turno?

E allora cio’ che voglio dare oggi è un segnale che sono sicuro potrà dare dei benefici a questa città nel corso dei rimanenti 2 anni e mezzo. Sono convinto del fatto che portando singoli provvedimenti, sotto forma di mozione o punti all’ordine dei giorno, molti dei quali del programma del movimento, il sottoscritto possa incidere in maniera totalmente diversa rispetto al passato.
Questo, senza pero’ dovermi ACCODARE a decisioni prese da altri che non condivido assolutamente.”