Guidonia: la Cacioni chiede audizione all’assessore Strani per le cave1 min di lettura

212
Cave di travertino
Cave di travertino

Riceviamo e pubblichiamo

“Ho chiesto che l’Assessore Strani venga in Commissione Ambiente a riferire su tutti i temi caldi che riguardano le cave. Visto che ancora a due mesi dall’attribuzione delle deleghe alle Attività Estrattive e Rischio Idrogeologico non ha ancora ritenuto di farlo lei, ho pensato che fosse il caso di sollecitare. Per questo ho inviato una richiesta urgente di convocazione di commissione, all’ordine del giorno appunto le attività di cava nei tanti aspetti che interessano l’amministrazione. Gli interventi che dovrebbero portare al riordino del settore sono in stallo e questo non è accettabile, tutti argomenti su cui l’Assessore ci deve rendere conto. Come alla commissione è dovuta l’informativa sulle modifiche normative apportate dall’ultimo collegato al bilancio regionale.

“I temi caldi restano quelli di sempre. Innanzitutto i ripristini ambientali. Sui cosiddetti ritombamenti il settore Ambiente avrebbe proposto uno schema di delibera che finalmente detterebbe modalità chiare e praticabili, che sarebbe però impantanato in Giunta. Ancora, sarebbe fermo dopo le dimissioni dell’Assessore al Bilancio, Pagliarulo il tavolo per riparametrare i valori dell’Imu e voltare pagina dopo una serie di contenziosi decennali tra cave e Comune. Una problematica annosa, che condiziona gli accantonamenti di bilancio, su cui avevamo cercato di incidere nel corso del 2019, quando inascoltatamente avevamo chiesto l’adozione dei regolamenti per il saldo e stralcio delle cartelle esattoriali gravate da procedimenti di ricorso giudiziario. Infine le polizze fideiussorie che garantiscono le operazioni di ripristino, su cui gli uffici stanno lavorando. È necessario evitare un nuovo cortocircuito tra il settore caveale e l’amministrazione di Guidonia Montecelio, doppiamente grave in un momento di profonda crisi economica e difficoltà di ripresa dei mercati internazionali a cui questa filiera fa riferimento”.

Cosi in una nota il Capogruppo in Consiglio Comunale Arianna Cacioni