Guidonia Montecelio, dal Comune: “Lasciare aperte le delegazioni è una priorità”3 min di lettura

157
Comune Guidonia Montecelio
Comune Guidonia Montecelio

Mentre da giorni a Guidonia Montecelio infiamma il caso delegazioni, con previste chiusure e sospensioni di servizi, l’Amministrazione è uscita allo scoperto. Si preannuncia, comunque, un’altra estate infuocata dopo quella del 2018 in cui a tenere banco fu la vicenda delle cave di travertino e dei rinnovi delle concessioni.

Intanto, sul caso delegazioni, i cittadini hanno indetto una manifestazione per giovedì mattina sotto il Municipio.

LE DELEGAZIONI

Dopo petizioni, manifestazioni indette dai cittadini, polemiche e proteste dalle forze di opposizione, il Sindaco annuncia assunzioni e spiega che è una “priorità” dell’amministrazione lasciare aperte le delegazioni.

“Nonostante le difficoltà oggettive dovute alla carenza del personale stiamo riuscendo ​da mesi ​a ​non chiudere nessuna ​delegazione ​comunal​e​ – ha dichiarato in una nota il sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet – offrendo quantomeno un servizio minimo alla cittadinanza​. Una ​carenza di personale che dura da anni e che ​contiamo ​​di migliorare con l’arrivo della nuov​a forza lavoro ​nel triennio 2019-2021​”​.

“​Nel mese di ​agosto è ​già ​prevista l’assunzione di sei persone – prosegue Barbet – mentre fino alla fine dell’anno è previsto l’arrivo di 26 nuovi dipendenti che verranno da altri enti pubblici attraverso i bandi di mobilità. Nel corso ​dei prossimi tre anni andremo a sostituire i dipendenti in prossimità della pensione​. L’Amministrazione Comunale sta facendo un grande sforzo per superare il problema della carenza di personale permettendo così di fornire ai cittadini dei servizi adeguati”.

LE CRITICHE

Sulla vicenda delegazioni si era subito scagliato contro l’Amministrazione il Polo Civico.
“Come se non bastassero la raccolta dei rifiuti a singhiozzo, le strade colabrodo, le tariffe del servizio mensa alle stelle, l’assenza di qualsiasi tipo di politiche sociale, culturale e sportiva, ora i 5Stelle chiudono i servizi di stato civile delle delegazioni e riteniamo che a breve stessa cosa accadrà per l’anagrafe. A breve nella nostra città sarà complicatissimo anche fare una semplice carta d’identità.  All’affamato ora si toglie anche l’acqua. Il Sindaco sta trasferendo il personale dagli uffici di stato civile periferici a Guidonia centro. Lo stesso accadrà per gli ufficiali di anagrafe. Che ciò sarebbe accaduto lo dicemmo già due anni fa e abbiamo continuato in questi mesi”.
“I cittadini di Guidonia Montecelio devono obbligatoriamente recarsi al centro come se i collegamenti viari fossero agevoli e come se il servizio del trasporto pubblico locale coprisse adeguatamente tutte le circoscrizioni. Con un colpo di scure il Sindaco cancella servizi essenziali per migliaia di cittadini, nascondendosi dietro una coltre di silenzio per mascherare l’incapacità o la non volontà di prendere decisioni”.
“Avevamo già presentato nel novembre del 2017 un’interrogazione al Sindaco ed all’allora assessore al Personale Romina Polverini – commentano i consiglieri del Polo Civico, Mauro De Santis, Mario Proietti, Mario Valeri – per chiedere lumi sulla paventa chiusura delle delegazioni. Il clamore causato in quell’occasione riuscì solamente a rimandare lo scellerato piano del Municipio. Presenteremo subito una nuova interrogazione per conoscere i motivi che hanno spinto l’Amministrazione a questa decisione drastica ed affatto condivisibile. Vogliamo sapere se, come crediamo, ci potessero essere soluzioni alternative magari non per risolvere la situazione ma almeno per attenuare i disagi a cui andranno incontro i guidoniani. Diversamente siamo pronti ad una forte mobilitazione cittadina”.
Per la propaganda del Movimento meglio qualche traballante diretta in più su Facebook che un servizio in più ai cittadini.
“Siamo certi – proseguono i consiglieri del Polo Civico – che questa scelta andrà a ricadere sulla dirigenza. Una scelta che poteva essere evitata agevolmente dalla politica, ma la politica i 5Stelle di Guidonia Montecelio non sanno dove sia! Noi siamo pronti a collaborare per trovare soluzioni tampone solo nel caso in cui si sblocchino nuove assunzioni, come previsto dalle leggi sul turn over in vigore già da tre anni. Se così non fosse, invece, siamo pronti ad azioni forti contro questa imbelle e sorda amministrazione. La misura ormai è colma”.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.