Guidonia Montecelio: Movimento 5 Stelle all’attacco in consiglio comunale2 min di lettura

1293

#NLGuidonia – Un problema procedurale per fermare la costruzione di un parcheggio, il Movimento 5 Stelle è intervenuto in consiglio comunale contro il nuovo progetto. “Abbiamo evitato – ha commentato in una nota il consigliere comunale Sebastiano Cubeddu – l’aggressione dell’aeroporto di Guidonia. Nell’ambito della cessione dei beni demaniali prevista come punto all’ordine del giorno, il M5stelle è riuscito a far stralciare l’indicazione riguardante una porzione di terreno ricadente all’interno del sedime aeroportuale proprio nelle vicinanze della galleria del vento, su cui si progettava probabilmente un ampio parcheggio. Abbiamo sollevato un problema procedurale ed il Consiglio è stato sospeso per chiarire il punto”.
“E’ già da tempo – proseguono dal M5S – che attraverso incontri anche con lo stato maggiore dell’aeronautica ci interessiamo della destinazione di questi terreni, che sono patrimonio storico della città e che devono essere oggetto di recupero e valorizzazione. Dopo che i ruderi saranno messi in sicurezza potranno diventare oggetto di un concorso internazionale di idee. Siamo soddisfatti del risultato ottenuto e speriamo si proceda verso ciò per cui ci stiamo battendo: Guidonia deve conservare e valorizzare il suo patrimonio culturale”.

“La Pianificazione Territoriale deve essere la nostra priorità – ha aggiunto Giuliano Santoboni -. Abbiamo un Piano Regolatore risalente al 1976, a cui puntualmente vengono apportate deroghe. Le esigenze in questi anni sono cambiate e la visione deve essere più ampia. I vincoli alla nuova edificazione più che materiali, dovrebbero essere morali. Il parco termale da voi proposto, che occuperà la zona che va dalla Triade fino ai magazzini Mauris, che nulla avrà di termale finché la gestione delle acque farà capo al comune di Tivoli (almeno per i prossimi 18anni) è semplicemente l’ennesima opera di cementificazione di campagna romana, così come lo sarà la zona di Tormastorta, dove sono presenti importanti ritrovamenti archeologici e con un valore naturalistico notevole. Noi votiamo no su entrambe i punti”.

Testo da visualizzare in slide show