Guidonia: prospettive di un ampliamento del Centro Agroalimentare sulla Via Tiburtina

125
blank

Nella seduta  della Commissione Urbanistica del 15 aprile, presieduta dal Consigliere Comunale Antonino Briganti, l’Assessore Chiara Amati ha spiegato ai commissari il risultato di un lungo lavoro che l’Amministrazione Comunale ha portato avanti assieme a Città Metropolitana di Roma Capitale, la Giunta Regionale del Lazio ed Amministrazione CAR (Centro Agroalimentare Roma) per valutare le prospettive di un ampliamento del Centro Agroalimentare sulla Via Tiburtina.
“La distribuzione alimentare del CAR è inquadrata normativamente come servizio pubblico, ma ugualmente sin dalle prime richieste di espandere i confini del centro – spiega l’Assessore Amati – siamo stati chiarissimi che per noi non esiste sviluppo se lo stesso non è inserito in una ampia progettazione di rispetto ambientale, sociale e delle normative urbanistiche”.
L’espansione avverrebbe nei terreni pubblici e privati già individuati dal PTPG (Piano Territoriale Provinciale Generale) a tale scopo e secondo la nostra visione dovrà prevedere la realizzazione un grande parco pubblico attrezzato per attività ludiche e sportive di 70 ettari a ridosso del fiume Aniene, la valorizzazione delle presenze archeologiche come la Basilica paleocristiana di Santa Sinforosa, la previsione di corridoi naturalistici, la creazione del canile comunale che farà risparmiare mezzo milione l’anno, la costruzione di uno scalo ferroviario dedicato al trasporto delle merci per diminuire il traffico su gomma e le relative emissioni.
blank che avrà il Comune nella predisposizione degli atti e come parte attiva nella progettazione – conclude il Sindaco Barbet – come da legge regionale ci sarà anche un importante introito economico per Guidonia Montecelio derivante dalla vendita dei terreni della ASL verso il CAR. Si tratta di un altro importante passo verso il risanamento dell’Ente”.

blank