HIV, Il comune di Guidonia in prima fila per la giornata mondiale contro l’Aids

2484

HIV, Il comune di Guidonia in prima fila per la giornata mondiale contro l’Aids.

Partita ieri, 30 novembre 2017, la campagna di prevenzione promossa dal Comune di Guidonia Montecelio, ASL Roma5 e il Centro Agroalimentare di Guidonia (sponsor ufficiale). Un progetto ideato e promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali per innalzare il livello di attenzione su Aids e malattie sessualmente trasmesse, perché c’è poca consapevolezza.

La campagna di prevenzione prevede la pubblicità su tutto il territorio comunale di Guidonia Montecelio e si espanderà anche sui social (facebook, twitter, web) per catturare l’attenzione dei più giovani. Nel 2016 sono state riportate 3.451 nuove diagnosi di infezione da HIV pari a 5,7 nuovi casi per 100.000 residenti. Sono i dati forniti dal Ministero della Salute. Le regioni dove l’incidenza della malattia è più alta, secondo i dati Iss, sono: il Lazio, le Marche, la Toscana e la Lombardia. L’età media delle persone che hanno scoperto di essere positiva all’Hiv è di 39 anni per i maschi e di 36 anni per le femmine. Ma l’incidenza maggiore della malattia è nella fascia d’età compresa tra i 25 e i 29 anni.

“Abbiamo scelto di stare in prima fila per la giornata mondiale contro l’AIDS – dichiara il Sindaco Barbet – perché vogliamo sensibilizzare i nostri giovani e i cittadini ad essere più consapevoli e soprattutto a non discriminare”. “Abbiamo ritenuto opportuno ad non abbassare la guardia, il fenomeno della prostituzione e delle vittime della tratta sta all’interno del nostro territorio soprattutto sulla Via Tiburtina dove transitano trasportatori che si dirigono verso il CAR e in altre strutture all’ingrosso”. A sostenerlo è il Vicesindaco e assessore alle politiche sociali.