I gestori dell’A24 convocano a L’Aquila i Sindaci del territorio1 min di lettura

1713
Autostrada A24/A25
Autostrada A24/A25

Appuntamento a L’Aquila per i Sindaci dei comuni interessati dall’A24 e A25. A convocare gli amministratori locali è stato direttamente il Gruppo Toto, i gestori di Strada dei Parchi.

L’incontro si svolgerà nel pomeriggio di mercoledì a partire dalle ore 17 al L’Aquila, nell’auditorium BPER.

Convocati oltre un centinaio i sindaci di altrettanti comuni invitati a partecipare, è stata confermata la presenza dei primi cittadini delle città capoluogo. Amministratori che sono sul piede di guerra oltre che sul fronte sicurezza anche su quello dei pedaggi, dopo i rincari scattati il primo gennaio, e la prossima settimana hanno organizzato una manifestazione a Roma, sotto il Ministero dei Trasporti.

PedaggiA24: i Sindaci di nuovo in piazza per mancato accordo con il Ministero

“Per Strada dei Parchi – spiegano – questa è l’occasione per illustrare e confrontarsi sulle attività in corso e quelle programmate per la messa in sicurezza delle due arterie autostradali. Nella gestione di A24 e A25 dal 2012, anno nel quale con una legge è stata dichiarata infrastruttura strategica ai fini della protezione civile, il tema della sicurezza riveste una particolare centralità ed ha segnato le attività prioritarie svolte fino ad oggi dalla concessionaria. Che ha proposto al Ministero soluzioni per arrivare a una messa in sicurezza definitiva e antisismica di tutto il tracciato”.

A24 e A25, viadotti e ponti sono sicuri, lo afferma Strada dei Parchi

“I lavori – proseguono gli organizzatori – avviati un anno fa per la parte urgente di questo piano, che hanno interessato i 197 viadotti sia sul territorio abruzzese sia su quello laziale, sono la prova tangibile dell’impegno profuso da Strada dei Parchi in questi anni. Ricordiamo che, per decisione dell’azionista, finora la società concessionaria di A24 e A25 non solo non ha mai distribuito utili ai propri soci, ma ha puntato ad investire tutto sulle manutenzioni“.