Il comune di Subiaco aiuta le imprese e il commercio locale1 min di lettura

566

C’è tempo fino all’8 maggio alle ore 12 per  i titolari di imprese artigianali, commerciali, industriali e di servizi, ricadenti nella definizione di micro impresa (aziende con un numero di dipendenti inferiore alle 10 unità e con un fatturato o un bilancio annuo uguale o inferiore ai 2 milioni di euro) con sede legale e/o operativa nel Comune di Subiaco per fare domanda per l’accesso al fondo sostegno imprese e professionisti.

La misura, che rappresenta la “Fase 2” del progetto “Subiaco Aiuta Subiaco”, è finalizzata al sostegno del tessuto imprenditoriale (imprese, artigiani e commercianti) e il mondo dei professionisti le cui attività, in ossequio ai provvedimenti legislativi e di altra natura, sono state sospese a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19 ovvero hanno subito negative conseguenze economiche.

Il Fondo Sostegno imprese e professionisti è finanziato interamente con risorse proprie dell’Ente per un ammontare complessivo di €. 70.000,00. La disponibilità complessiva di risorse finanziarie potrà essere incrementata qualora si rendano disponibili ulteriori risorse a seguito dell’adozione di successivi provvedimenti. L’importo massimo erogabile è di € 4.000,00 .

 CONTRIBUTO DI UTILITA’ SOCIALE
Al soggetto beneficiario del contributo, una tantum a fondo perduto si richiede a titolo di controprestazione di valore sociale, laddove la sede operativa dell’attività economica o professionale sia direttamente su strada, un’azione da realizzarsi nell’anno 2020, nell’ambito pertinenziale della propria attività per migliorare il decoro urbano (a solo titolo esemplificativo: abbellimenti floreali, installazione cestini differenziati  o altri arredi…) o le attività di raccolta differenziata, che dovrà essere descritta nel modulo di domanda.  Per coloro che non svolgono la propria attività direttamente su strada possono proporre interventi analoghi su parchi, aiuole pubbliche o zone del centro storico.