Lotta al femminicidio con Il Laboratorio del Possibile3 min di lettura

2264
Il Laboratorio del Possibile
Il Laboratorio del Possibile

Il Laboratorio del Possibile

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – LOTTA AL FEMMINICIDIO CON IL LABORATORIO DEL POSSIBILE

“AIUTATECI AD AIUTARE, QUESTA LA NOSTRA RICHIESTA IN NOME DI OGNI DONNA”

16 Dicembre 2016, ore 20.30 Convegno “L’amore rubato nella notte dei giocattoli” presso il Teatro della Visitazione a Roma – Via dei Crispolti n. 42

Il Laboratorio del Possibile“, Associazione socio-culturale che da due anni opera con volontari e professionisti, sul Territorio Tiburtino, ancora una volta organizza un Convegno per promuovere e sensibilizzare l’attenzione su un fenomeno in costante aumento in Italia e non solo: il Femminicidio.

Il Laboratorio del Possibile, un’associazione socio-culturale di Tivoli, in collaborazione con il “Circolo Culturale Prenestino R. Simeoni“, l’Associazione “Dimensione Donna” e il Comitato di Quartiere Villa Adriana e tutti i Professionisti che collaborano attivamente ai progetti del Laboratorio avranno l’onore e il piacere di ospitare presso il Teato della Vistiazione a Roma, in Via dei Crispolti n. 42, alle 20.30 del 16 Dicembre 2016,  tre interpreti del giornalismo, della letteratura e di teatro. Tre donne, Danila Bonito, Dacia Maraini e Agnese Nano, che tenendosi per mano ad un Uomo, il Dr. Duilio Loi, Pedagogista clinico e Criminologo Forense,  si confronteranno e si interrogheranno sul Fenomeno Violenza. Verranno così toccate le varie forme di violenza che ci sfiorano in alcuni casi e in altri ci investono,  ogni giorno, da quella domestica a quella della integrazione negata, passando per bullismo e cyberbullismo. Temi che quotidianamente ci vedono protagonisti più o meno attivi; perchè la violenza anche quando è subita, attraverso  racconti o la visioni di immagini, lascia un segno indelebile. Per questo, attraverso Dialoghi Pedagogici, le domande provocatorie e i racconti letti con i giusti tòni, cercheremo di dare risposte e spunti di riflessione che non ci lascino  indifferenti e ci diano modo di attivare quella che comunemente viene chiamata Educazione. La porteremo in scena chiamandola Educazione Sentimentale, Educazione Culturale, Educazione Civica.

La nostra storia e quella dei nostri Convegni che uniscono Arte e Pedagogia, ci hanno insegnato che si possono toccare le corde più sensibili senza dover spettacolarizzare il dolore.

In punta di piedi ci approcciamo alle persone e le risposte ci arrivano dalle donne, che ci chiamano e seguono con noi un percorso “alternativo”. Non siamo un centro anti-violenza e sono sicura ne gioverebbero, ma siamo una mano tesa che sanno afferrare e che non lasciano fin quando non si sentono ben ferme sulle loro gambe e sulla loro dignità.  Un gruppo di Professionisti tra i quali citiamo il Dr. Duilio Loi, sopracitato, che da sempre è parte attiva e integrante del Laboratorio, l’avvocato Angela Dimiccoli, da sempre sostenitrice delle Donne, la Psicologa Anna Angelini, che intraprende percorsi atti a riabilitare e sostenere la Vittima, e la Presidente Daniela Di Camillo, primo contatto e ascolto delle Vittime.

All’Associazione Dimensione Donna di Cave, il Circolo Culturale Prenestino R. Simeoni e il Comitato di Quartiere Villa Adriana, fortemente motivati,  va un ringraziamento speciale per averci dato la possibilità di creare questo Convegno.

Prenotare al 3315421111 , “perché con la sola presenza puoi aiutarci ad aiutare! Il costo del biglietto è di 12 euro, è sufficiente lasciare il proprio nome e il numero di persone che interverranno. Grazie a quanti di voi  ci daranno la propria, importante presenza”.

L’unione crea sinergie e forza. Il pubblico è una delle forze che ci convince che quanto facciamo non sarà mai vano.