La Giornata della Memoria

2106
Giornata della Memoria
Giornata della Memoria

In questo momento di derive autoritarie e manifestazioni di antisemitismo in tutto il mondo, riflettere su cio’ che dittatura e pregiudizio razziale hanno prodotto nella nostra storia recente non e’ solo un dovere etico, ma anche un importante stimolo a comprendere i pericoli insiti nelle manifestazioni di odio spesso sottovalutate, a interpretare i segnali di allarme e le responsabilita’ di ciascuno di noi. Sono passati ottant’anni da quando il Parlamento e il governo di Mussolini emanarono le ‘Leggi per la difesa della razza’ che il Re Vittorio Emanuele III, firmandole, promulgo’; leggi che discriminavano una parte della popolazione italiana privandola di fatto da ogni capacita’ giuridica. Venivano cosi’ annullati i diritti di uguaglianza che un altro Savoia, Carlo Alberto, aveva garantito a tutti gli italiani nel 1848. In occasione del Giorno della Memoria, uno straordinario evento.

Gli appuntamenti di VivaTivoli e la Luig

Come ormai avviene da una decina di anni, a Tivoli la Giornata della Memoria viene ricordata in modo discreto ma con simbologia importante che quest’anno vede più iniziative..
Sabato 27 gennaio, alle ore 17, nella Biblioteca comunale “Letture per non dimenticare”.
alle ore 18, in Piazza Palatina, di fronte all’arco che rappresentava anticamente l’ingresso del ghetto, “Letture, fiaccole e simboli di discriminazione”
alle ore 18.40 presso la sede storica dell’ex Seminario, nel cuore del centro storico di Tivoli,
a cura della Libera Università Igino Giordani: “Artiste di Cultura Ebraica a Roma nel primo ‘900” & “Ebrei Erranti” a cura di Ilaria Morini e Giannantonio Ippolito con l’Orchestra Ghironda.
Prima leggendo e riflettendo, poi con un percorso musicale, seppur brevissimo, si tenterà di rivivere la nascita delle melodie tradizionali dell’ebraismo orientale, individuando quegli elementi musicali presenti nelle varie culture dell’est europeo che la tradizione ebraica ha assorbito, rielaborato e sintetizzato in modo fascinoso.
Si alternerà alla musica, una breve presentazione dell’opera di pittrici e scultrici da cui si evincerà il  carattere anticonformista ed emancipato dell’esperienza femminile ebraica della prima metà del ‘900.
Tutto per non dimenticare e per ricordare quello che resta di una cultura millenaria, oltre ciò che è stato distrutto.
Il Programma
ore 18
Piazza Palatina
Letture e fiaccole
ore 18,40
Palazzo del Seminario
– Artiste di cultura ebraica a Roma
– “Ebrei erranti”
Concerto dell’orchestra
 “Ghironda”
ore 19,30
Palazzo del Seminario
Dolci e tisane per tutti i partecipanti.

 

L’iniziativa del Fermi

“Per non dimenticare” è il titolo dello spettacolo con il quale il Comune di Tivoli partecipa al Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Lo spettacolo con voce narrante (canto), oboe, chitarra, viola e violoncello è a cura dell’associazione musicale Talia, diretto dal professor Flavio Troiani e promosso dall’assessorato alla cultura di Palazzo San Bernardino.

L’appuntamento è alle ore 10:30 di venerdì 26 gennaio all’auditorium dell’istituto Enrico Fermi in via Acquaregna 112.