“La neve è caduta” premio speciale “Specchio Storico”

240

“La neve è caduta” si è aggiudicato il premio speciale “Specchio Storico” della IX edizione del Premio Letterario Amarganta, nato per sostenere e promuovere le opere edite in digitale, dando visibilità alle stesse e ai suoi autori. Di seguito le motivazioni:

Diretto, scientifico e puntuale, il saggio fa luce sulle dinamiche delle bande partigiane durante l’occupazione tedesca tra Monterotondo e la zona sublacense, attraversando la Sabina Romana fino alla media Valle dell’Aniene.

Lo stile asciutto dell’autore accompagna l’excursus magistrale restituendo alla storia momenti, volti, voci, disposizioni, comunicazioni, documenti, elenchi e allegati con rigore scientifico e passione. Le ricostruzioni essenziali di idee e di azioni risultano precise ed esaustive, analizzando ogni singola realtà e le reciproche inferenze, raccordando il tutto in uno scenario di straordinaria coerenza restituito alla collettività.

La collana “Oltre Il Ponte – Ricerche sul territorio di Montecelio” è frutto della volontà dell’associazione di raccogliere gli studi e i lavori realizzati da parte delle nostre Socie e dei  Soci. La Collana è interamente autofinanziata e rappresenta un grandissimo passo, fatto soprattutto per amore della nostra Montecelio. Verranno qui accolte diverse pubblicazioni, a carattere monografico, che saranno acquistabili da parte di tutti coloro che intendono riceverne una copia per conoscere di più sul passato del territorio cornicolano.

Il lavoro premiato 

Si tratta del secondo lavoro del nostro socio Marco Brocchieri sulla Resistenza a Nord Est di Roma. Proseguendo la ricerca avviata con “La Banda Ferraris e il Nord-est romano“, l’autore ricostruisce le vicende delle bande partigiane attive tra Monterotondo e l’alta Valle dell’Aniene, passando per la Sabina Romana e i Monti Lucretili.

Durante la ricerca sono stati consultati gli archivi storici delle forze armate italiane, il Fondo Ricompart, l’archivio istituzionale del Museo Storico della Liberazione di via Tasso e diversi Archivi di Stato, tra cui quello di Roma.

Vengono citati fonti e documenti rimasti sin qui inediti. Il lavoro è impreziosito dalla prefazione di Giovanni Paoloni, Professore ordinario di Archivistica generale presso Sapienza Università di Roma.

Dalla formazione dei primi gruppi partigiani alle azioni di sabotaggio contro l’occupante tedesco, questo libro ripercorre le tappe cruciali della lotta di Resistenza nella provincia a Nord Est di Roma. Dalle pagine di questo saggio emerge come un elemento fondamentale il legame indissolubile tra la comunità locale e la lotta partigiana, sottolineando l’importanza dell’unità e della solidarietà in tempi di avversità. Lo sforzo collettivo di intere comunità nel nascondere e assistere centinaia di ex prigionieri di guerra alleati; paesi straziati da rappresaglie e uccisioni indiscriminate di civili. Storie di donne e uomini di cui va preservata la memoria.