Laura Cartaginese (Lega): 300 cave attive nel Lazio attendono risposte1 min di lettura

182
Cave di travertino
Cave di travertino

“Le 300 cave attive in Regione Lazio attendono risposte. La normativa regionale, al fine di contemperare le esigenze di tutela dell’ambiente e di approvvigionamento di materiali di cava, ha introdotto in passato strumenti di programmazione e pianificazione del settore finalizzati al soddisfacimento del fabbisogno regionale in armonia con gli indirizzi della programmazione socio-economica, ambientale, paesaggistica e territoriale.

Il settore sta attraversando pero’ una forte crisi e in alcuni comuni, come quello di Guidonia Montecelio, i progetti di chi e’ al governo cittadino non sempre sono favorevoli agli interessi dei lavoratori. Difficolta’ per i rinnovi delle autorizzazioni, per le proroghe, per le nuove cave, non fanno che creare ostacoli agli imprenditori e addirittura posticipare il recupero ambientale. L’incertezza amministrativa blocca il settore: senza poter assicurare continuita’ diventa difficile dare garanzie ai clienti e spesso si tratta di grandi investitori dall’estero per opere di rilievo mondiale.

Non dimentichiamoci che questo settore ha fatto la storia della nostra regione e che la seconda vita di questi terreni sara’ ancora piu’ importante di quella attuale. Sono gia’ intervenuta due anni fa con un sub emendamento che ha salvato posti di lavoro. Con un’interrogazione ho chiesto al Presidente Nicola Zingaretti e all’assessore allo Sviluppo Economico, Paolo Orneli, di rendere note le intenzioni per il futuro perche’ l’obiettivo dichiarato era quello di arrivare ad una nuova e piu’ snella legge regionale, ma oggi non c’e’ piu’ tempo per rimandare la discussione”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Laura Cartaginese (Lega).