Lavoratori senza stipendio: pronti ad incaternarsi ai cancelli di Villa Luana

1970

#NLavoro #Tivoli – Un appuntamento “chiave” per i 180 lavoratori di Villa Luana di Poli che da mesi non percepiscono lo stipendio. I dipendenti della clinica stanno pagando, sulla loro pelle, un contenzioso tra la proprietà, la Gsi, ed Equitalia (Leggi la notizia), ed ora, sfiniti, sono pronti ad incatenarsi ai cancelli della struttura.

Dopo diversi incontri, l’ultimo lo scorso 20 maggio, venerdì per i Sindacati sarà una giornata chiave. Nell’ultima riunione Cgil Cisl e Uil la società non si è presentata “dichiarando di non avere elementi sufficienti da porre in trattativa” come hanno spiegato dalla Cisl FP.

“Tutti si aspettavano – hanno aggiunto i Sindacati – un confronto con la direzione generale GSI S.r.l  per pianificare, come concordato nel precedente incontro, un programma che traghettasse la clinica fuori dal deficit economico in cui è sprofondata. Ma si è concluso tutto con un nulla di fatto”.

“CGIL CISL UIL riuniti in assemblea hanno fermamente condanno questo tipo di comportamento giudicato irresponsabile, ed hanno attivato una serie di assemblee giornaliere che porteranno ad una ben più grande che si terrà in seduta permanente il 27 maggio. Giorno in cui l’azienda ha dichiarato il confronto”.

“Personalmente – ha commentato Dimitri Cecchinelli, segretario territoriale della Cisl FP – non ho mai visto una Direzione Generale rifiutare il confronto con le parti sociali, specie in condizioni di crisi economica. Ora inizieremo un percorso di Lotta che ci porterà fino sotto la regione”.

 

La protesta della Cisl FP per Villa Luana

Testo da visualizzare in slide show