Le Villae ricordano Leonardo Da Vinci il grande genio italiano1 min di lettura

346
A Villa Adriana si ricorda Leonardo Da Vinci
A Villa Adriana si ricorda Leonardo Da Vinci

In occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci promosse dal MiBAC, l’Istituto autonomo “Villa Adriana e Villa d’Este” – Villae, organizza nei giorni 4 e 5 Aprile 2019 il convegno “Leonardo e l’antico” presso il sito archeologico di Villa Adriana.

DA VINCI A VILLA ADRIANA

Non a molti è noto che Leonardo da Vinci visitò la Villa dell’Imperatore Adriano, all’epoca detta “Tivoli vecchio”, agli inizi del ‘500. Il suo interesse per le strutture del complesso è documentato da schizzi e appunti, come quelli del Codice Arundel raffiguranti il Serapeo del complesso imperiale. L’iniziativa intende pertanto approfondire le influenze che tale viaggio ebbe sulla formazione del Genio e sulla sua ricerca, toccando temi meno noti nell’indagine su Leonardo e sul suo rapporto con i contemporanei.

IL CONVEGNO

Al convegno, organizzato in collaborazione con La Sapienza – Università di Roma e l’Università di Roma Tor Vergata, parteciperanno alcuni tra i maggiori esperti di Leonardo e di Villa Adriana. Accanto a relatori di fama internazionale l’evento è stato aperto a ricercatori e studiosi, italiani e stranieri, con l’intento di collocare il viaggio di Leonardo a Tivoli in un ampio contesto culturale, nel segno di quell’approccio interdisciplinare tipico dello spirito leonardesco.

Il programma della due giorni dedicata a Leonardo Da Vinci
Il programma della due giorni dedicata a Leonardo Da Vinci

Le celebrazioni si protrarranno fino a novembre 2019 con un articolato programma di iniziative, tra cui la mostra diffusa “De Architectura: Villa Adriana” nel sito archeologico di Villa Adriana e una serie di conferenze di approfondimento sulla vita e le opere del maestro.

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.