Letame contro la presentazione “di destra”, vandali al San Michele

1359

#NLTivoli #NLCronaca – Blitz all’ex chiesa San Michele, letame di cavallo contro la presentazione del circolo Janus. Prima dell’evento, organizzato per sabato pomeriggio dall’associazione riconducibile agli ambienti della destra tiburtina, dei vandali hanno forzato il lucchetto del portone dell’ex chiesa di piazza delle Erbe ed hanno gettato in terra un paio di carriole di sterco.

L’evento, la presentazione dei libri di Mario Michele, Ai confini del nero, e di Rodolfo Sideri, La rivoluzione ideale di Alfredo Oriani, si è svolta lo stesso. Il circolo culturale Janus qualche mese fa si è reso protagonista, insieme al gruppo escursionistico Monte Kailash, dell’occupazione del rifugio della Mola Vecchia a Jenne,  per protesta contro le condizioni di degrado dell’area.

Sembrerebbe essere chiara la matrice politica del gesto, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato. Sul caso stanno indagando gli agenti del commissariato di Tivoli, diretti da Maria Chiaramonte, e per cercare eventuali tracce è intervenuta anche la polizia scientifica.

I PRECEDENTI

Non è la prima volta a Tivoli che lo sterco diventa “un’arma” per battaglie politiche. Già nel 2006 era stato usato in una protesta, questa volta ai danni del comune. All’epoca, il 6 luglio per la precisione, furono degli attiviti di destra ad usarlo contro l’istituzione del registro per le coppie di fatto. Chi la fa l’aspetti, verrebbe da dire, anche se all’epoca furono una decina di attivisti della Comunità Militante Tiburtina che, verso le 15.30 e con l’ufficio aperto al pubblico, fecero il blitz rovesciando in terra del letame, lanciando uova sugli sportelli ed affidando ad un volantino le spiegazioni del gesto.

IL COMMENTO DI JANUS

“Come molti già sanno – ha commentato il presidente del circolo Claudia Presciutti -, qualcuno ha tentato di sabotare la presentazione dei due libri imbrattando il luogo dell’evento con scritte e letame. Potevamo aspettarcelo, sapendo anche come è stato accolto ultimamente Mario Michele Merlino in occasione di altri eventi, quindi avevamo già pronti dei piani alternativi. Anzi, purtroppo, per la presenza del Vescovo, non abbiamo potuto avere le Scuderie Estensi, ma possiamo dire che la location dell’Annunziata è stata poi un’ottima alternativa e che l’evento ha riscosso un gran successo. Peccato perché sarebbe stato di certo più interessante se coloro che erano contrari a questo incontro si fossero presentati il giorno stesso, magari chissà, avremmo saputo di chi stiamo parlando, o ne sarebbe scaturito un dibattito, ma evidentemente non è nelle loro corde. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno partecipato, e gli autori Merlino e Sideri per la piacevole serata”.

Testo da visualizzare in slide show