Lombardo contro Masini: domenica al voto per eleggere il primo cittadino di Guidonia

312

Nel giro di poche ore si deciderà il futuro amministrativo di Guidonia Montecelio per il prossimo quinquennio. La lunga campagna elettorale, partita già dallo scorso marzo, sta volgendo verso il capolinea ed il ballottaggio di domenica 26 sancirà il prossimo Sindaco della Città dell’Aria. In lizza sono rimasti Mauro Lombardo ed Alfonso Masini che, al primo turno, hanno ottenuto rispettivamente il 35.78% dei consensi ed il 27.88% dei voti validi (ha votato solo il 46% dei 68.299 aventi diritto)

Lombardo (Polo civico)

Il primo, candidato del Nuovo Polo Civico, non ha siglato accordi o apparentamenti restando fedele al progetto civico della sua coalizione. Ha incassato il sostegno del PD che, tra i due contendenti, ha apprezzato il programma di Lombardo ed il suo ribadire l’importanza di alcune opere ed alcuni progetti utili per il quadrante nord-est. “Se sarò eletto Sindaco – dichiara Mauro Lombardo – inaugurerò una Giunta di perso­ne com­petenti e capaci, al di là delle loro inclinazioni politiche e culturali. Affronterò i problemi amministrativi e sociali in modo pragmatico e possibilmente risolutivo senza condizionamenti ideologici, inutili al livello comunale. Continuiamo a parlare alla Città per la Città mai ai partiti politici, per questo mi rapporterò con il Governo Nazionale, con la Regione Lazio e con la Città Metropolitana di Roma senza reverenza, ma anche senza diffidenza pregiudiziale. Consapevole che in questi ultimi tempi sono stati stanziati finanziamenti importanti per il rilancio del nostro territorio come quelli per il Nuovo Ospedale, il raddoppio della Tiburtina e della Ferrovia, le opere pubbliche a corredo della Ryder Cup, la nuova legge regionale sulle Cave. In poche parole governeremo il territorio con un approccio civico e opportunamente collaborativo, che crediamo porterà a Guidonia Montecelio il buon gover­no che merita una Città così bella e importante, per questo continuiamo a parlare alla Città per la Città mai ai partiti politici”.

Masini (Centro-Destra)

Masini Diverso, invece, il discorso per il candidato dei partiti del centro destra, Alfonso Masini che hanno siglato un accordo con Claudio Zarro, l’altro candidato civico. I due si sono ritrovati sui programmi elettorali presentati al primo turno ed alla coalizione di Zarro, in caso di vittoria, andrà l’assessorato allo Sport, Pari Opportunità, Politiche Giovanili e Innovazione. Delle liste di Zarro ha preso subito le distanze, non siglando nemmeno l’accordo, Una Nuova Storia mentre altri esponenti della sua coalizione, polemicamente, hanno lasciato il gruppo di Uniti in Comune. “Sono soddisfatto e orgoglioso dell’accordo – ha detto il candidato sindaco – L’intesa è stata raggiunta in un clima di cordialità su presupposti condivisi. Come ho già detto al momento della mia candidatura, io sono espressione della società civile, un esperto della pubblica amministrazione che per la prima volta nella sua vita ha deciso di fare politica e mettere le proprie competenze a disposizione della collettività per essere eletto sindaco ed essere incisivo nella rinascita di Guidonia Montecelio, la terra in cui sono nato. Per raggiungere l’obiettivo sarà di stimolo per me l’entusiasmo dei tanti giovani di “Uniti in Comune”, anch’essi alla prima esperienza politica e rappresentanti dell’unica vera coalizione civica: sono convinto che ciascuno di loro metterà al servizio della comunità le rispettive competenze in materia di Sport, Pari Opportunità, Politiche Giovanili e Innovazione”. Il nuovo Consiglio comunale In attesa di conoscere il nuovo Sindaco di Guidonia Montecelio, e quindi la nuova giunta, già è possibile formulare la composizione del consiglio comunale. In caso di vittoria di Lombardo entrerebbero cinque consiglieri della lista Il Biplano, Tommaso Carnevali, Giuseppe Nardecchia, Rosaria Pasqualucci, Lucrezia Cataldo, Mario Proietti, quattro di Guidonia Domani Mauro De Santis, Maurizio Remoli, Alessia Croce e Francesca Valeri, tre di Città Nuova Andrea Mazza, Michele Venturiello ed Arianna Cacioni, uno dei Civici Rocco Cisano, uno di ConSenso civico (Mirko Sotorino), 1 de L’Onda (Erick D’Alisa). All’opposizione andrebbero gli altri tre candidati a sindaco, Alberto Cuccuru, Alfonso Masini e Claudio Zarro, tre consiglieri del Pd, Emanuele Di Silvio, Simone Guglielmo, Rosa Nuzzo, due di Fratelli d’Italia, Adalberto Bertucci ed Augusto Cacciamani, uno della Lega, Alessandro Messa. In caso di vittoria di Masini, invece, in maggioranza siederebbero otto esponenti di FdI, Adalberto Bertucci, Augusto Cacciamani, Carmela Marullo, Elisabetta Bartone, Michele Bianco, Ana Maria Marinovici, Antonio Tortora, Alessia Bambagiotti, quattro della Lega, Alessandro Messa, Dalila Milano, Anna Di Tella, Maurizio Lotti, due di Forza Italia, Maurizio Massini e Miriam Bufalieri, uno di Tradizione e sviluppo, Narcisa Stoinoiu. In opposizione, oltre a Lombardo, Cuccuru e Zarro, due seggi andrebbero al Pd, Di Silvio e Guglielmo, due al Biplano, Carnevali e Nardecchia, uno a Guidonia Domani, De Santis, ed uno a Città Nuova, Mazza.


There is no ads to display, Please add some