Lucretili, escursione tra botanica e archeologia1 min di lettura

1386

Un’escursione nel cuore dei Lucretili alla scoperta dell’archeologia, della geologia e della botanica locale.

E’ quella in programma domenica 9 giugno e organizzata dall’associazione culturale “Natura Lucretile” presieduta da Barbara Imperiali.
Il percorso permette di giungere sulla vetta del Monte Gennaro affrontando un dislivello di più di 850 metri.
Partendo dal cono di deiezione di Monteverde tra Palombara Sabina e Marcellina, dove è presente un sito di spiccata rilevanza archeologica del periodo repubblicano, si segue il sentiero che si va ad infilare nella stretta valle della Scarpellata. Il toponimo deriva dal fatto che la parte finale della via, tra i 950 e i 1000 metri s.l.m., fu realizzata incidendo la pietra per poter permettere un passaggio agevole anche con animali da soma. Attraversando piccole radure si apre la vasta piana del Pratone mentre sulla sinistra si erge la grigia piramide della vetta del Monte Gennaro. L’ultima parte del tragitto è caratterizzata dal calcare che domina su tutto. Lungo il percorso si tratteranno i seguenti temi: archeologia romana, geologia locale e botanica.
L’appuntamento per partecipare all’escursione è alle 8,30 presso il campo sportivo di Palombara Sabina.

Il Pratone ai piedi di Monte Gennaro

Testo da visualizzare in slide show