Mafia bianca a Guidonia, l’appello del Procuratore: “Chi sa, parli. Lo aiuteremo”

5060
La conferenza stampa in Procura del 20 aprile 2017

Mafia bianca a Guidonia, l’appello del Procuratore: “Chi sa parli, lo aiuteremo”.

Queste le parole che il Procuratore Francesco Menditto ha detto nel suo messaggio rivolto a chi si sente schiavo del clima di omertà che prevale a Guidonia Montecelio e che ieri ha subito uno scossone con l’arresto di 15 persone tra politici, dirigenti, funzionari e imprenditori. E le indagini proseguono.

I MESSAGGI DEL PROCURATORE DI TIVOLI

“La procura, tutte le forze dell’ordine, la polizia giudiziaria, la Guardia di Finanza sono pronte ad intervenire per dimostrare che il crimine non paga. Quindi se qualcuno ha qualcosa da dire sappia che c’è una Procura è pronta ad indagare e a dargli una mano”.

“Sempre così si era fatto, così si fa oggi e così si farà domani. Abbiamo cercato di dimostrare che invece il domani può essere diverso”.

I NUMERI DELL’OPERAZIONE RAGNATELA

12 ordinanze di custodia cautelare in carcere

3 ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari

43 perquisizioni locali e domiciliari

8 consiglieri/dirigenti/funzionari comunali indagati

9 imprenditori indagati

160 finanzieri impiegati

reati contestati: associazione a delinquere, corruzione, peculato, falso

località interessate: Guidonia Montecelio, Roma e provincia

LEGGI ANCHE

Arresti a Guidonia: la notizia dell’operazione Ragnatela

I primi dettagli della maxi operazione Ragnatela. Il Commento del Procuratore Menditto

Mafia bianca a Guidonia, le indagini. 15 le persone arrestate

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here