Marijuana coltivata in casa, altri due arresti a Tivoli Terme1 min di lettura

1333

#NLCronaca #Tivoli – Coltivavano marijuana in casa, arrestati due fratelli “dal pollice verde” di Tivoli Terme. Ancora un’operazione dei carabinieri del quartiere termale contro la vendita, ed in questo caso anche la produzione, di sostanze stupefacenti. La serra artigianale, scoperta dai militari, era attrezzata di tutto punto con lampade alogene e attrezzi rudimentali, tra cui dei ventilatori.

In manette sono finiti due uomini di 46 e 44 anni, con quest’ultimo già noto alle forze dell’ordine e sottoposto alla sorveglianza speciale. Proprio lui è stato fermato a bordo del suo scooter durante un controllo alla circolazione stradale ed è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish, oltre ad una congrua somma di denaro suddivisa in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio.

Questi elementi hanno subito spinto i militari ad estendere la perquisizione anche alla sua abitazione, dove, infatti, è stato rinvenuto dell’altro stupefacente, bilancini di precisione e materiale utile al confezionamento in dosi e altro denaro contante e anch’esso suddiviso in biglietti di piccolo taglio. Nel corso della perquisizione, dal piano di sotto della stessa palazzina, i militari hanno udito un forte odore di marijuana, che li ha spinti ad estendere anche a quel piano le ricerche, dove abita il fratello. Nell’abitazione è stata scoperta una vera e propria serra venivano coltivate numerose e floride piante di marijuana, in pieno stato vegetativo. Tutto il materiale è stato sequestrato.  Data la violazione delle norme sul contrasto agli stupefacenti, entrambi i fratelli sono stati arrestati e trattenuti, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per essere giudicati con il rito direttissimo.

Testo da visualizzare in slide show