Marijuana per tisane ed infusi, non regge la scusa di un pusher davanti al giudice1 min di lettura

1955
Marijuana per tisane ed infusi
Marijuana per tisane ed infusi

Marijuana per tisane ed infusi, non funziona la scusa di un pusher fermato dai carabinieri di Tivoli Terme. L’uomo, 47 anni di Villa Adriana già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato per un controllo ed i militari lo hanno trovato in possesso di alcuni grammi di droga. Nella sua abitazione, poi, ne è stata trovata altra per un totale di circa 200 grammi in foglie, 105 dosi già pronte alla vendita, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento.

Nella sua abitazione i Carabinieri già avevano scoperto una vera e propria piantagione illegale di marijuana, costituita da ben 47 piante.

Il pusher ha poi cercato di giustificarsi davanti al giudice per le indagini preliminari, in sede di convalida dell’arresto, spiegando che le foglie di marijuana erano destinato alla preparazione di infusi e tisane per le proprie esigenze mentre gli oltre cento involucri rinvenuti, gli servivano per custodire gli snack per il cane durante le passeggiate.

La droga è stata sequestrata mentre il “fantasioso” 47enne è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e dopo il rito di convalida dell’arresto sottoposto agli arresti domiciliari.