Martedì 1° giugno: sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti

302

Domani martedì 1 giugno le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal hanno proclamato uno sciopero nazionale della durata di 24 ore con astensione dalle prestazione lavorative dalle ore 8.30 alle ore 17 e dalle 20 a fine servizio. Previsti disagi in tutta Italia.

LA SITUAZIONE A ROMA

A Roma, saranno possibili stop sulle linee di Atac e Roma Tpl: bus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Nord. A rischio anche le corse delle linee bus diurne che hanno corse programmate oltre le ore 24. Per quanto riguarda i bus notturni, il servizio delle linee di bus N sarà a rischio nella notte tra oggi (31 maggio) e domani (1 giugno) e sarà invece regolare nella notte tra l’1 e il 2 giugno.

Sempre l’1 giugno non saranno garantite le seguenti attività di Roma Servizi per la Mobilità: lo sportello al pubblico, il contact center 0657003 e il box Informativo di piazza dei Cinquecento, a Termini. Durante le sciopero, nelle stazioni della rete metroferroviaria che resteranno, eventualmente aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. Durante lo sciopero non sarà garantito il servizio delle biglietterie Atac; i parcheggi di interscambio restano aperti. Il servizio delle biglietterie on-line non subirà alcuna interruzione.

Per quanto riguarda Cotral, l’azienda ha fatto sapere con una nota che “saranno garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8.30, alla ripresa del servizio alle ore 17 e fino alle ore 20. Tutte le informazioni sulla modalità di sciopero – conclude il comunicato – saranno disponibili sul sito internet cotralspa.it e sull’account [email protected]”.