Mausoleo al gerarca Graziani, le posizioni della Procura di Tivoli2 min di lettura

1834
La procura di Tivoli
La procura di Tivoli

Mausoleo al gerarca Graziani, dopo la condanna del Sindaco e di due Assessori di Affile la procura di della Repubblica di Tivoli illustra i dettagli della richiesta di condanna.

“Sono state accolte in gran parte le richieste avanzate – spiegano dal palazzo di giustizia di viale Arnaldi –. Ora si , valuterà, come di consueto, l’eventuale impugnazione dopo la lettura delle motivazione della sentenza che sarà depositata entro  90 giorni”.

Leggi anche: la condanna del Sindaco Viri e degli assessori Frosoni e Peperoni.

La vicenda “affronta anche il delicato tema dei rapporti tra diritto primario di manifestazione del pensiero e reati di apologia configurabili non sulla base di mere opinioni espresse ma di specifiche condotte, avendo doverosamente la Procura seguito un’interpretazione del delitto costituzionalmente e convenzionalmente orientata”.

Le precisazioni della Procura

-I reati per cui è intervenuta condanna riguardano, specifiche condotte contestate agli imputati, precisamente, in violazione dell’art. . 4 l. n. 205/1993 e 81 cpv. veniva esaltato pubblicamente l’esponente del fascismo Gen. Rodolfo Graziani:

-Perché il monumento o sacrario edificato (e finanziato) come dedicato al soldato, veniva  dedicato al Gen. Rodolfo Graziani esponente del fascismo;

-Perché successivamente veniva organizzata una pubblica manifestazione per inaugurare il predetto monumento dedicato al gen. Graziani. “Risulta dagli atti – proseguono dalla Procura – una lunga fase di preparazione e realizzazione di un parco con all’interno un sacrario al soldato o memoriale (con concessione di contributi regionali) da parte del Comune di Affile, senza alcuna menzione al Gen. Rodolfo Graziani. Poi, dopo otto giorni dall’ultimazione dei lavori, avvenuta il 13 luglio 2012, in data 21 luglio 2012, la giunta del Comune di Affile composta approvava una delibera con cui intitolava il sacrario o museo al Gen. Rodolfo Graziani. Poco dopo, l’11 agosto 2012, veniva organizzata una manifestazione di inaugurazione del Parco e del sacrario alla Memoria del Generale Rodolfo Graziani.

-La qualità di esponente del fascismo del Gen. Rodolfo Graziani non deriva da ricostruzioni storiche ma, tra l’altro, dal fatto che ricoprì l’incarico di Ministro della Difesa della repubblica Sociale Italiana tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945.

Clicca qui per leggere la memoria, integrale, depositata dalla Procura al giudice sul sito web della Procura.

Leggi anche:

Condanne per il mausoleo a Graziani, i commenti di Nicola Zingaretti, Anpi, Mdp Tivoli e di Fratelli d’Italia.

Mausoleo al gerarca Graziani, condanna per Sindaco e due Assessori “apologia di fascismo”

Lascia un commneto

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.