Monterotondo, una biblioteca più moderna e funzionale2 min di lettura

1411

Una biblioteca comunale riqualificata nei suoi spazi, resa più moderna e funzionale nei servizi e nella gestione e con un maggior orario d’apertura al pubblico. Sono gli obiettivi che l’Assessorato alla Cultura e l’Istituzione culturale Monterotondo stanno perseguendo attraverso una serie di iniziative parallele avviate in questi giorni.
«Stiamo innanzitutto procedendo – afferma l’assessore Riccardo Varone – ad un ammodernamento tecnologico della biblioteca-centro culturale Angelani, in modo da assicurare agli utenti un servizio migliore e più veloce. Presto doteremo la struttura di dispositivi in radiofrequenza che consentiranno il controllo inventariale immediato dei libri, un livello di sicurezza più alto contro i taccheggi e persino un self service del servizio di prestito a favore degli utenti. Tutte novità che renderanno la fruizione dei servizi di biblioteca decisamente più rapida e funzionale».
L’invito pubblico per una ricerca di mercato finalizzata alla fornitura, all’installazione e all’avvio dei nuovi impianti è pubblicata sul sito www.icmcomune.it e scadrà il 15 Ottobre prossimo.

Non è tuttavia l’unica novità riguardante il centro culturale, per il quale è prevista infatti una riqualificazione degli spazi interni, la dotazione di nuovi arredi e l’allestimento di spazi specifici dedicati ai bambini.
Oltre a ciò, ICM e Assessorato alla Cultura stanno studiando una modulazione d’orario che consenta di aumentare le ore d’apertura al pubblico fino a 50 settimanali.

I servizi di biblioteca continuano intanto a registrare ottimi riscontri da parte dell’utenza: nei primi sei mesi di quest’anno sono state 300 le nuove iscrizioni, oltre 8.100 i prestiti di libri e quantificabili in circa 12.800 le presenze registrate nei giorni d’apertura. «Numeri – sottolinea l’assessore – che evidenziano senz’altro un alto indice di gradimento ma che, nondimeno, siamo intenzionati a potenziare ulteriormente».

«Le migliorie tecnologiche, così come l’aumento delle ore d’apertura e l’allestimento di spazi tematici – conferma il presidente del Consiglio d’amministrazione dell’ICM Anna Rita Micheli – vanno senz’altro in questa direzione. L’impegno dell’Assessorato, anche grazie alle procedure più snelle e dinamiche assicurate dall’operatività dell’ICM, è quello di cogliere questi obiettivi in brevissimo tempo».

«Il potenziamento dei servizi culturali – conclude il sindaco Alessandri – è un preciso obiettivo di governo della nostra Amministrazione comunale, che non a caso li ritiene di importanza strategica nel complessivo piano di miglioramento della città. Tanto le innovazioni tecnologiche quanto l’aumento delle ore d’apertura, che attengono del resto a nuove esigenze diffuse tra i cittadini e a cambiamenti dei tempi della città ormai ineludibili, rappresentano novità significative e consentiranno una gestione più agevole e moderna dei servizi resi all’utenza».

Testo da visualizzare in slide show